HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?
+39 06452216038
LIVE SUPPORT
Parla con un operatore

Hosting Per Te - HelpDesk

LIVE SUPPORT
Parla con un operatore
 
 Categorie Notizie
(14)Domini (3)dominio (41)Blog (72)Sicurezza (52)Wordpress (1)Cross-Site (1)vulnerabilità (8)wordpress (1)zero day (8)sicurezza (1)sitelock (19)News (1)google (1)indicizzazione (1)mobilegeddon (10)seo (21)Hosting (4)hosting (1)multi (1)reseller (1)rivenditore (1)provider (23)Email (33)Server (4)email (2)imap (1)imapsync (2)migrazione (1)posta (1)affiliazione (2)guadagnare (83)Ecommerce (4)e-commerce (2)ecommerce (4)VPN (1)wi-fi (1)backup (2)server (34)marketing (2)ppc (1)search-engine-optimization (1)seo pay-per-click (1)domini (2)gTLD (2)IP (1)IP-condiviso (1)IP-dedicato (2)cloud (1)virtuale (3)vps (21)Blogging (4)blog (2)blogging (46)CMS (3)cms (1)sito di successo (1)campagne e-mail (1)criptare dati (2)ssl (1)plugin e-commerce (1)newsletter (1)rivenditori (1)server vps smtp (1)SMTP (1)design responsivo (1)responsive design (1)responsive web design (2)hacking (5)malware (1)phishing (1)server upgrade (2)prestashop (2)campagna e-mail (3)e-mail marketing (1)contenuti sito (1)struttura pagina web (1)call-to-action (1)promozione sito (1)ottimizzare sito (1)cookie law (1)psicologia web design (1)vendita siti (1)website flipping (1)titolo (1)alternativa google analytics (2)monitoraggio (1)keyword (1)programmazione (1)facebook marketing (1)colori (2)clienti (1)privacy whois (1)crimini informatici (1)Cyber crime (1)search console di google (1)supporto managed (1)hacker (1)copyright (1)referrer spam (1)Split testing A/B (1)freelance (4)magento (1)Linux (2)Windows (1)upgrade piani hosting (1)Google SpeedTest (1)landing page (1)seo friendly (1)struttura link (1)errori wordpress (2)psicologia dei prezzi (1)metodi di pagamento (1)effetti sonori (3)APP (1)webmaster (1)fatturazione elettronica (1)sito web (1)backup wordpress (1)fan facebook (1)Exchange ActiveSync (1)POP3 (1)firma e-mail (1)web agency (1)ergonomia (1)editor (3)adwords (1)quality score (1)errori ecommerce (23)startup e business (1)errori azienda (1)sql injection (1)monetizzare (1)regole successo (1)nameserver (2)mailing list (2)responsive email (3)pec (2)bootstrap (1)Bing (1)Bing Ads (1)Foundation (3)framework (1)statistiche mobile (1)adwords per mobile (1)about page (1)chi siamo (1)seo vs ppc (1)errori webmaster principianti (23)SEO (1)PDF e SEO (1)ottimizzare pdf (60)strumenti (1)relazionarsi con i clienti (1)FAQ (1)tld srl (1)traffico (1)keywords (1)parole chiave (1)trend estero (3)statistiche (1)K.I.S.S. (1)plugin sicurezza wordpress (2)certificato ssl (1)template (1)black hat (1)Creative Common Zero (1)blog ecommerce (1)Google Smart Goals (1)web design (1)facebook ads (1)SFTP (1)FTP (2).htaccess (1)statistiche e-commerce (1)url brevi (2)cloud computing (1)HDD (1)grafici (1)librerie js (2)antivirus (1)framework css (1)Google Panda (2)Internet of Things (2)ransomware (1)TeslaCrypt (2)tecnologia (1)telelavoro (1)mobile friendly (1)proxy (2)cryptolocker (1)Processore AMD (1)rapporto clusit 2016 (2)truffe online (1)plugin monitoraggio (2)bug linux (1)ranking tools (1)social network (1)deep web (1)tor (1)plugin sottoscrizioni (1)link building (3)plugin wordpress (1)design (1)siti di successo (1)ottimizzare immagini (2)widget (1)sito monopagina (1)VPS Economici (1)trend del marketing (1)realtà aumentata (1)ip dinamico (1)progettazione sito (1)Redirect 301 e 302 (1)notifiche push (1)velocità sito (1)ottimizzazione contenuti (1)guadagnare con un blog (1)costi e-commerce (1)social media (1)frode amichevole (1)e-commerce wordpress (4)drupal (4)joomla (1)travel blog (2)php (1)chargeback (1)e-mail (1)plug-in video wordpress (1)sito sportivo (1)plug-in seo (1)drupal vs magento (1)portfolio (1)plug-in portfolio (1)sottodomini di terzo livello (1)sicurezza e-commerce (1)pubblicità su facebook (1)visualizza numero utenti (1)affiliate marketing (1)cartella nascosta android (1)creare app (2)Infiniband (1)Intel LGA 3647 (1)furto di dati sensibili (1)marketing diretto (1)record DNS (2)ddos (1)Mobile shopping (1)Malware su Skype (1)virus (1)youtube (1)seo immagini (1)web marketing (1)vendita online (1)food blogger (1)Plesk Onyx (1)Bug Fedora ed Ubuntu (1)Micro SSD (1)IoT (1)Chip Kaby Lake (1)primo e-commerce (1)blog di fitness (2)plug-in WordPress (1)SPF e DKIM (1)Cyber sicurezza (1)file robots.txt (1)AMD Naples (1)Vulnerabilità REST API WordPress (1)trasferimento da Blogger a WordPress (1)plug-in WordPress per musicisti (1)Crittazione (2)CPU (1)Legge antibufale (1)Strumenti di marketing (1)CPU AMD (1)nda (1)Let's Encrypt (1)Hosting Linux o Windows (1)progress bar (1)blog di cucina (1)PrestaShop oppure WooCommerce (1)carte di credito (1)librerie javascript (1)DDR5 (1)plugin monetizzazione (1)Wireless (2)drag and drop (1)web server (1)Curricula digitali (1)name server (2)Autenticazione a due fattori (1)Trend Tech (1)business online (1)Keylogger (1)infopreneur (1)E-book (1)WanaKiwi (1)file LNK (1)hub (1)router (1)switch (1)pdf (1)hosting provider gratuito (1)Shopify (1)Usabilità web (1)temi (1)confronto file (1)quiz (1)mockup (1)hosting provider (2)chat (1)ristoranti (1)database (1)spam (1)tool (1)Javascript (1)automazione (1)forum (1)compressione (2)webserver (1)Caching (1)video (1)Normative (1)Collaborazione (1)unicorn (2)robots.txt (1)funnel (1)redirect (1)Markdown (2)Google Tag Manager (1)apache (1)Ajax (1)wamp (1)xampp (1)browser (1)OSCommerce (1)Blockchain
Feed RSS
Notizie
lug
24

 È tuttora in corso un attacco ransomware su larga scala tramite PEC. Il modus operandi è sempre lo stesso; L’utente riceve una mail con un pdf in allegato che una volta aperto infetta l’intero PC. Vediamo insieme di cosa si tratta e quali gli accorgimenti da adottare.

 

 

 

L’invio di virus tramite mail, la crittazione da parte del malware di tutti file del PC del malcapitato e la conseguente richiesta di un riscatto per decrittare i file e ritornarne in possesso non è certo un problema recente. La novità sta nel fatto che ora il malware non arriva tramite una semplice mail ma tramite PEC. Tale escamotage ha aumentato in maniera importante il numero di vittime che sono cadute nel tranello.

Le PEC, infatti, sono in genere utilizzate per l’invio di comunicazioni sensibili da parte di enti governativi. Una prerogativa che ha spinto gli utenti ad abbassare la guardia e a reputare attendibili qualsiasi PEC ricevuta.

Il messaggio in genere inviato è il seguente:

 

OGGETTO: Emissione fattura XYZ123456

Buongiorno,

Allegata alla presente e-mail trasmettiamo copia PDF della fattura in oggetto.
Documento privo di valenza fiscale ai sensi dell’art. 21 Dpr 633/72.
L’originale è disponibile all’indirizzo telematico da Lei fornito oppure nella Sua area riservata dell’Agenzia delle Entrate”.

 

I ricercatori di ESET Italia (coloro che hanno rilevato e reso noto l’attacco informatico) consigliano di non aprire in nessun caso i file allegati (PDF e non) nel caso in cui il mittente sia sconosciuto o dubbio. Nel caso in cui il mittente sia conosciuto ed il contenuto della mail risulti sospetto contattare il mittente direttamente e chiedere conferma dell’invio della PEC e di eventuali allegati.

Altri accorgimenti:

  • Proteggere gli indirizzi mail utilizzando applicazioni antimalware professionali che integrino un motore antispam.
  • Modificare regolarmente le proprie password e, quando possibile, utilizzare autenticazioni a doppio fattore.
  • Creare una password per ogni servizio e non utilizzare la stessa password per più account.
  • Creare regolarmente e di frequente back up di tutti i propri dati o quantomeno di quelli più importanti.
  • Aggiornare costantemente sistema operativo e antivirus.

 

 

L'articolo Ransomware. Attacchi lanciati tramite PEC sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.





Hosting Per Te
© 2015 - ARMADA
Partita IVA 00873530943
REA IS-38469
Tel +39 06452216038
Fax +39 0689280222
Il tuo IP: 18.205.109.82
Hosting Per Te Facebook   Hosting Per Te Twitter   Hosting Per Te Blog
ARMADA
Chiedi ad un nostro Operatore