HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?
+39 06452216038
LIVE SUPPORT
Parla con un operatore

Hosting Per Te - HelpDesk

LIVE SUPPORT
Parla con un operatore
 
 Categorie Notizie
(15)Domini (3)dominio (42)Blog (72)Sicurezza (55)Wordpress (1)Cross-Site (1)vulnerabilità (8)wordpress (1)zero day (8)sicurezza (1)sitelock (21)News (2)google (1)indicizzazione (1)mobilegeddon (11)seo (21)Hosting (4)hosting (1)multi (1)reseller (1)rivenditore (1)provider (23)Email (34)Server (4)email (2)imap (1)imapsync (2)migrazione (1)posta (1)affiliazione (2)guadagnare (84)Ecommerce (4)e-commerce (2)ecommerce (4)VPN (1)wi-fi (1)backup (2)server (34)marketing (2)ppc (1)search-engine-optimization (1)seo pay-per-click (1)domini (2)gTLD (2)IP (1)IP-condiviso (1)IP-dedicato (2)cloud (1)virtuale (3)vps (21)Blogging (4)blog (2)blogging (46)CMS (3)cms (1)sito di successo (1)campagne e-mail (1)criptare dati (2)ssl (1)plugin e-commerce (1)newsletter (1)rivenditori (1)server vps smtp (1)SMTP (1)design responsivo (1)responsive design (1)responsive web design (2)hacking (5)malware (1)phishing (1)server upgrade (2)prestashop (2)campagna e-mail (3)e-mail marketing (1)contenuti sito (1)struttura pagina web (1)call-to-action (1)promozione sito (1)ottimizzare sito (1)cookie law (1)psicologia web design (1)vendita siti (1)website flipping (1)titolo (1)alternativa google analytics (2)monitoraggio (1)keyword (1)programmazione (1)facebook marketing (1)colori (2)clienti (1)privacy whois (1)crimini informatici (1)Cyber crime (1)search console di google (1)supporto managed (1)hacker (1)copyright (1)referrer spam (1)Split testing A/B (1)freelance (4)magento (1)Linux (2)Windows (1)upgrade piani hosting (1)Google SpeedTest (1)landing page (1)seo friendly (1)struttura link (1)errori wordpress (2)psicologia dei prezzi (2)metodi di pagamento (1)effetti sonori (3)APP (1)webmaster (1)fatturazione elettronica (1)sito web (1)backup wordpress (1)fan facebook (1)Exchange ActiveSync (1)POP3 (1)firma e-mail (1)web agency (1)ergonomia (1)editor (3)adwords (1)quality score (1)errori ecommerce (25)startup e business (1)errori azienda (1)sql injection (1)monetizzare (1)regole successo (1)nameserver (2)mailing list (2)responsive email (3)pec (3)bootstrap (1)Bing (1)Bing Ads (1)Foundation (4)framework (1)statistiche mobile (1)adwords per mobile (1)about page (1)chi siamo (1)seo vs ppc (1)errori webmaster principianti (25)SEO (1)PDF e SEO (1)ottimizzare pdf (63)strumenti (1)relazionarsi con i clienti (1)FAQ (1)tld srl (1)traffico (1)keywords (1)parole chiave (1)trend estero (4)statistiche (1)K.I.S.S. (1)plugin sicurezza wordpress (2)certificato ssl (1)template (1)black hat (1)Creative Common Zero (1)blog ecommerce (1)Google Smart Goals (1)web design (1)facebook ads (1)SFTP (1)FTP (2).htaccess (1)statistiche e-commerce (1)url brevi (2)cloud computing (1)HDD (1)grafici (1)librerie js (2)antivirus (1)framework css (1)Google Panda (2)Internet of Things (2)ransomware (1)TeslaCrypt (2)tecnologia (1)telelavoro (1)mobile friendly (1)proxy (2)cryptolocker (1)Processore AMD (1)rapporto clusit 2016 (2)truffe online (1)plugin monitoraggio (2)bug linux (1)ranking tools (1)social network (1)deep web (1)tor (1)plugin sottoscrizioni (1)link building (3)plugin wordpress (1)design (1)siti di successo (1)ottimizzare immagini (2)widget (1)sito monopagina (1)VPS Economici (1)trend del marketing (1)realtà aumentata (1)ip dinamico (1)progettazione sito (1)Redirect 301 e 302 (1)notifiche push (1)velocità sito (1)ottimizzazione contenuti (1)guadagnare con un blog (1)costi e-commerce (1)social media (1)frode amichevole (1)e-commerce wordpress (4)drupal (4)joomla (1)travel blog (2)php (1)chargeback (1)e-mail (1)plug-in video wordpress (1)sito sportivo (1)plug-in seo (1)drupal vs magento (1)portfolio (1)plug-in portfolio (1)sottodomini di terzo livello (1)sicurezza e-commerce (1)pubblicità su facebook (1)visualizza numero utenti (1)affiliate marketing (1)cartella nascosta android (1)creare app (2)Infiniband (1)Intel LGA 3647 (1)furto di dati sensibili (1)marketing diretto (1)record DNS (2)ddos (1)Mobile shopping (1)Malware su Skype (1)virus (1)youtube (1)seo immagini (1)web marketing (1)vendita online (1)food blogger (1)Plesk Onyx (1)Bug Fedora ed Ubuntu (1)Micro SSD (1)IoT (1)Chip Kaby Lake (1)primo e-commerce (1)blog di fitness (2)plug-in WordPress (1)SPF e DKIM (1)Cyber sicurezza (1)file robots.txt (1)AMD Naples (1)Vulnerabilità REST API WordPress (1)trasferimento da Blogger a WordPress (1)plug-in WordPress per musicisti (1)Crittazione (2)CPU (1)Legge antibufale (1)Strumenti di marketing (1)CPU AMD (1)nda (1)Let's Encrypt (1)Hosting Linux o Windows (1)progress bar (1)blog di cucina (1)PrestaShop oppure WooCommerce (1)carte di credito (1)librerie javascript (1)DDR5 (1)plugin monetizzazione (1)Wireless (2)drag and drop (1)web server (1)Curricula digitali (1)name server (2)Autenticazione a due fattori (1)Trend Tech (1)business online (1)Keylogger (1)infopreneur (1)E-book (1)WanaKiwi (1)file LNK (1)hub (1)router (1)switch (1)pdf (1)hosting provider gratuito (1)Shopify (1)Usabilità web (1)temi (1)confronto file (1)quiz (1)mockup (1)hosting provider (2)chat (1)ristoranti (1)database (1)spam (1)tool (1)Javascript (1)automazione (1)forum (1)compressione (2)webserver (1)Caching (1)video (1)Normative (1)Collaborazione (1)unicorn (2)robots.txt (1)funnel (1)redirect (1)Markdown (2)Google Tag Manager (1)apache (1)Ajax (1)wamp (1)xampp (1)browser (1)OSCommerce (1)Blockchain (1)sottodominio (1)sviluppo Web (1)Moduli
Feed RSS
Notizie
giu
28

Non tutti gli e-commerce adottano un codice di condotta esemplare e può capitare che alcuni di essi pongano in essere pratiche commerciali che ledano i diritti dei consumatori. Vero, però, anche il contrario; A volte sono gli e-commerce ad avere bisogno di una maggior tutela da parte di clienti scorretti. La commissione europea è al lavoro per aggiornare l’attuale normativa europea in materia di diritti dei consumatori e dei venditori. Vediamo insieme quali sono le novità riportate nel testo della Direttiva che una volta approvata dal Consiglio dei ministri UE sarà recepita nell’arco di due anni dagli Stati membri della comunità europea.

 

 

 

Ancora niente di ufficiale quindi, ma leggendo il testo della Direttiva 93/13 è possibile capire in quale direzione stiamo andando e quali saranno le modifiche che interesseranno milioni di utenti.

 

Maggior chiarezza nei risultati di ricerca

La direttiva prevede che i risultati di ricerca a pagamento (i.e. AdWords) siano chiaramente contraddistinti da quelli “naturali” riportati in lista in quanto strettamente aderenti alle esigenze dell’utente. In altre parole il consumatore dovrà sapere che alcuni risultati appaiono perché il venditore ha pagato.

 

Classifiche

Gli e-commerce probabilmente dovranno chiarire quali sono i criteri utilizzati per filtrare i prodotti visualizzati dall’utente in seguito ad una ricerca effettuata. Dovranno chiarire modalità di catalogazione e comparsa di prodotti ed offerte: più venduti, più votati, più commentati, ecc.

I marketplace spiegheranno come avvengono le classificazioni dei prodotti e se il prodotto occupa quella posizione perché il venditore ha pagato per inserirlo in cima o perché effettivamente è l’articolo più valido in funzione della query effettuata.

 

Diritto di recesso per i servizi gratuiti

Acclarata da tempo l’importanza dei dati personali ai fini commerciali sono considerati dalle aziende veri e propri beni economici. La Direttiva, per evitare abusi, consentirà ai consumatori di recedere anche dai quei servizi il cui pagamento è avvenuto anche solo tramite cessione di dati personali. Anche in questo caso il diritto di recesso potrà esse esercitato entro 14 giorni dalla fornitura del servizio.

 

Abusi diritto di recesso

La direttiva, in questo caso, prevede la tutela dei venditori. Viene limitato il diritto di recesso per gli articoli che sono stati usati. I clienti potranno al massimo provare il capo acquistato ma niente di più. I prodotti che saranno restituiti potranno inoltre essere soggetti ad una diminuzione di valore in funzione dell’usura riscontrata.
Questa norma nasce dall’esigenza di arginare alcune pratiche poste in essere da clienti non corretti che abusano del sistema resi ed utilizzano i vari marketplace come un modo per noleggiare vestiti a costo zero. Notevoli i danni finora cagionati ai merchant che si sono ritrovati con capi di abbigliamento, ad esempio, restituiti, rimborsarti e non più vendibili.

 

Differenze qualitative tra prodotti simili

Nascerà l’obbligo per i merchant di spiegare chiaramente eventuali differenze qualitative tra i prodotti in vendita ed i servizi offerti. Spesso, infatti, vengono commercializzati prodotti della stessa marca e con lo stesso packaging che si differenziano per la composizione degli ingredienti utilizzati. Una situazione facilmente riscontrabile in diversi prodotti cosmetici ed alimentari.

 

L’autorità garante della Concorrenza e del Mercato gestirà il controllo e l’osservanza di tale normativa. Pesanti le sanzioni previste per chi non ottempererà a quanto previsto dalle norme; Si parla di multe che potranno arrivare fino a 2 milioni di euro o corrispondenti al 4% del fatturato.

 

 

 

L'articolo Pratiche commerciali scorrette. Novità in arrivo per gli e-commerce sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.





Hosting Per Te
© 2015 - ARMADA
Partita IVA 00873530943
REA IS-38469
Tel +39 06452216038
Fax +39 0689280222
Il tuo IP: 3.85.214.0
Hosting Per Te Facebook   Hosting Per Te Twitter   Hosting Per Te Blog
ARMADA
Chiedi ad un nostro Operatore