HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?
+39 06452216038
LIVE SUPPORT
Parla con un operatore

Hosting Per Te - HelpDesk

LIVE SUPPORT
Parla con un operatore
 
 Categorie Notizie
(13)Domini (3)dominio (28)Blog (61)Sicurezza (31)Wordpress (1)Cross-Site (1)vulnerabilità (7)wordpress (1)zero day (8)sicurezza (1)sitelock (16)News (1)google (1)indicizzazione (1)mobilegeddon (8)seo (18)Hosting (4)hosting (1)multi (1)reseller (1)rivenditore (1)provider (18)Email (28)Server (3)email (2)imap (1)imapsync (2)migrazione (1)posta (1)affiliazione (2)guadagnare (65)Ecommerce (3)e-commerce (1)ecommerce (3)VPN (1)wi-fi (1)backup (2)server (29)marketing (1)ppc (1)search-engine-optimization (1)seo pay-per-click (1)domini (2)gTLD (1)IP (1)IP-condiviso (1)IP-dedicato (2)cloud (1)virtuale (3)vps (21)Blogging (3)blog (2)blogging (42)CMS (3)cms (1)sito di successo (1)campagne e-mail (1)criptare dati (1)ssl (1)plugin e-commerce (1)newsletter (1)rivenditori (1)server vps smtp (1)SMTP (1)design responsivo (1)responsive design (1)responsive web design (2)hacking (4)malware (1)phishing (1)server upgrade (2)prestashop (2)campagna e-mail (3)e-mail marketing (1)contenuti sito (1)struttura pagina web (1)call-to-action (1)promozione sito (1)ottimizzare sito (1)cookie law (1)psicologia web design (1)vendita siti (1)website flipping (1)titolo (1)alternativa google analytics (2)monitoraggio (1)keyword (1)programmazione (1)facebook marketing (1)colori (2)clienti (1)privacy whois (1)crimini informatici (1)Cyber crime (1)search console di google (1)supporto managed (1)hacker (1)copyright (1)referrer spam (1)Split testing A/B (1)freelance (2)magento (1)Linux (2)Windows (1)upgrade piani hosting (1)Google SpeedTest (1)landing page (1)seo friendly (1)struttura link (1)errori wordpress (2)psicologia dei prezzi (1)metodi di pagamento (1)effetti sonori (2)APP (1)webmaster (1)fatturazione elettronica (1)sito web (1)backup wordpress (1)fan facebook (1)Exchange ActiveSync (1)POP3 (1)firma e-mail (1)web agency (1)ergonomia (1)editor (3)adwords (1)quality score (1)errori ecommerce (16)startup e business (1)errori azienda (1)sql injection (1)monetizzare (1)regole successo (1)nameserver (2)mailing list (1)responsive email (2)pec (2)bootstrap (1)Bing (1)Bing Ads (1)Foundation (3)framework (1)statistiche mobile (1)adwords per mobile (1)about page (1)chi siamo (1)seo vs ppc (1)errori webmaster principianti (20)SEO (1)PDF e SEO (1)ottimizzare pdf (36)strumenti (1)relazionarsi con i clienti (1)FAQ (1)tld srl (1)traffico (1)keywords (1)parole chiave (1)trend estero (3)statistiche (1)K.I.S.S. (1)plugin sicurezza wordpress (2)certificato ssl (1)template (1)black hat (1)Creative Common Zero (1)blog ecommerce (1)Google Smart Goals (1)web design (1)facebook ads (1)SFTP (1)FTP (1).htaccess (1)statistiche e-commerce (1)url brevi (2)cloud computing (1)HDD (1)grafici (1)librerie js (2)antivirus (1)framework css (1)Google Panda (2)Internet of Things (2)ransomware (1)TeslaCrypt (2)tecnologia (1)telelavoro (1)mobile friendly (1)proxy (2)cryptolocker (1)Processore AMD (1)rapporto clusit 2016 (1)truffe online (1)plugin monitoraggio (2)bug linux (1)ranking tools (1)social network (1)deep web (1)tor (1)plugin sottoscrizioni (1)link building (3)plugin wordpress (1)design (1)siti di successo (1)ottimizzare immagini (2)widget (1)sito monopagina (1)VPS Economici (1)trend del marketing (1)realtà aumentata (1)ip dinamico (1)progettazione sito (1)Redirect 301 e 302 (1)notifiche push (1)velocità sito (1)ottimizzazione contenuti (1)guadagnare con un blog (1)costi e-commerce (1)social media (1)frode amichevole (1)e-commerce wordpress (3)drupal (2)joomla (1)travel blog (1)php (1)chargeback (1)e-mail (1)plug-in video wordpress (1)sito sportivo (1)plug-in seo (1)drupal vs magento (1)portfolio (1)plug-in portfolio (1)sottodomini di terzo livello (1)sicurezza e-commerce (1)pubblicità su facebook (1)visualizza numero utenti (1)affiliate marketing (1)cartella nascosta android (1)creare app (2)Infiniband (1)Intel LGA 3647 (1)furto di dati sensibili (1)marketing diretto (1)record DNS (2)ddos (1)Mobile shopping (1)Malware su Skype (1)virus (1)youtube (1)seo immagini (1)web marketing (1)vendita online (1)food blogger (1)Plesk Onyx (1)Bug Fedora ed Ubuntu (1)Micro SSD (1)IoT (1)Chip Kaby Lake (1)primo e-commerce (1)blog di fitness (2)plug-in WordPress (1)SPF e DKIM (1)Cyber sicurezza (1)file robots.txt (1)AMD Naples (1)Vulnerabilità REST API WordPress (1)trasferimento da Blogger a WordPress (1)plug-in WordPress per musicisti (1)Crittazione (2)CPU (1)Legge antibufale (1)Strumenti di marketing (1)CPU AMD (1)nda (1)Let's Encrypt (1)Hosting Linux o Windows (1)progress bar (1)blog di cucina (1)PrestaShop oppure WooCommerce (1)carte di credito (1)librerie javascript (1)DDR5 (1)plugin monetizzazione (1)Wireless (2)drag and drop (1)web server (1)Curricula digitali (1)name server (1)Autenticazione a due fattori (1)Trend Tech (1)business online (1)Keylogger (1)infopreneur (1)E-book (1)WanaKiwi (1)file LNK (1)hub (1)router (1)switch
Feed RSS
Notizie
set
26
Una VPN a portata di browser
26 set 2016 09:41

vpn nel browserE’ di qualche giorno fa la notizia riguardante il lancio della nuova versione del browser Norvegese Opera 40.  A differenza delle versioni precedenti, Opera 40 offre ai suoi utilizzatori una VPN gratuita illimitata. Vediamo insieme quali sono i vantaggi di una VPN e quali le peculiarità del nuovo browser.

 

 

In un articolo precedente abbiamo spiegato quali siano i vantaggi di una VPN.

In breve una VPN consente di:

  • Aggirare restrizioni geografiche
  • Bypassare le restrizioni aziendali
  • Neutralizzare politiche restrittive implementate in alcuni Paesi
  • Evitare che le chiamate VOIP siano intercettate
  • Evitare che i motori di ricerca utilizzino i nostri dati di navigazione per personalizzare le offerte pubblicitarie.

 

La funzione VPN offerta da Opera 40 va attivata dalla sezione Impostazioni/Privacy e Sicurezza del browser.  Una volta abilitata, l’intero traffico web viene crittografato ed inviato ai server di Opera che, a loro volta, fungeranno da punti di uscita (i.e. exit point).  La selezione del Paese d’uscita del traffico è automatica e prevede 5 possibili opzioni: Germania, Stati Uniti , Olanda, Canada e Singapore.  La scelta avverrà in funzione della latenza e della banda misurata.  Resta comunque possibile per l’utente selezionare manualmente il Paese dal quale far uscire il proprio traffico.

Detrattori di questa nuova funzione sollevano dubbi sulla privacy degli utenti soprattutto in seguito all’acquisizione dell’azienda norvegese da parte di un conglomerato di aziende cinesi.  Sembra, però, che tale preoccupazione sia mitigata dall’esclusione dell’accordo di acquisizione della compagnia EasySurf che è l’azienda che di fatto si occupa del servizio VPN. 

 

Opera supporta da Windows 7 a Windows 10, le più recenti distribuzioni Linux, MAC OS 10,9 e seguenti, IOS e Android.

Il Browser, inoltre, offre una modalità automatica di risparmio energetico per i computer portatili, il supporto a Chromecast ed un miglioramento della funzione pop-out in grado di mostrare eventuali video presenti nelle pagine del sito in  finestre indipendenti.

 

 

Come fare per avere una VPN personale e priva di rischi legati alla privacy

Se intendi avvantaggiarti di una VPN professionale senza esporti a rischi legati a privacy o a performance non proprio eccellenti in genere associate alle VPN gratuite, puoi prendere in considerazione i servizi offerti da HostingPerTe.

Da anni Hostingperte implementa VPN per i suoi clienti offrendo soluzioni su misura in funzione delle esigenze specifiche e del budget disponibile.  Contattaci per un preventivo gratuito cliccando qui.

L'articolo Una VPN a portata di browser sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »



dic
14

vpn sicuraSe fino a qualche tempo fa implementare strategie di controllo per garantire la sicurezza della propria VPN poteva sembrare un lavoro superfluo o una inutile complicazione del proprio lavoro, oggi non è più così.
Nel presente articolo illustreremo due modi per rendere il collegamento VPN più sicuro.

 

Le reti VPN sono uno dei sistemi più popolari in grado di garantire la sicurezza di un collegamento remoto. Il nome stesso da un’idea di cosa sia: VPN sta per Virtual Private Network, che tradotto significa rete privata virtuale.
I problemi nascono quando il collegamento VPN fallisce, quando, cioè, il server VPN cade oppure si perde il collegamento;  in questi casi il computer torna a collegarsi in automatico all’indirizzo internet ordinario esponendo l’ignaro utilizzatore ai rischi legati ad una rete vulnerabile.

Eliminare questo rischio è possibile tramite il semplice utilizzo di uno switch virtuale con il compito di evitare collegamenti automatici alla rete internet o di utilizzare determinate applicazioni nel momento in  cui si perde il collegamento VPN.

VPNNetMon è un’applicazione in grado di svolgere egregiamente questo compito. Una volta configurata essa interrompe determinate applicazioni nel momento esatto in cui si perde il collegamento alla VPN.  La configurazione è molto semplice:

  1. Collegarsi alla VPN
  2. Avviare l’applicazione e cliccare su Opt
  3. Sul lato sinistro dovrebbero comparire due indirizzi IP:  Il tuo indirizzo IP (in alto) e l’indirizzo IP della VPN.  Nel campo VPN IP Start inserire il primo numero del tuo indirizzo IP; ad esempio se il tuo indirizzo inizia per 93.1.1.55 allora digitare il numero 93.
  4. Cliccare quindi su Browse ed identificare l’applicazione che si vuole controllare (ad esempio utorrent.exe).  Una volta flaggato il checkbox corrispondente, ogni qualvolta la connessione VPN verrà a mancare, l’applicazione sarà automaticamente interrotta.  Selezionando l’opzione Auto, al ripristino del collegamento VPN, l’applicazione si riattiverà automaticamente.

 

 VPNNetMon

 

 

DNS Leaks

Come ben sappiamo i DNS rappresentano il sistema in grado di risolvere gli indirizzi IP degli host in nomi e viceversa.
Quando si è collegati ad una rete VPN si utilizza un server sicuro.  Può accadere, però, che il tuo computer bypassi la VPN e si colleghi tramite una connessione DNS ordinaria.  Questa situazione viene definita Leak DNS ed espone al rischio di monitoraggio delle propria connessione da parte di esterni.

Per controllare se il proprio collegamento è protetto è possibile effettuare un test qui. Nel caso il test dia esito negativo il sito fornisce un’applicazione in grado di risolvere il problema.

dns leak 

 

 

IPv6

Il protocollo maggiormente utilizzato per l’attività internet è il protocollo IPv4.  Esiste, però, anche una versione IPv6 in grado di offrire un numero maggiore di indirizzi IP.  Questo protocollo, supportato dal tuo computer, opera al di fuori della rete VPN e potrebbe essere utilizzato per identificare i tuoi dati.  Questa evenienza è remota ma non impossibile e l’unico modo per proteggersi da tale situazione è quello di disabilitare l’IPv6. Qui troverai una breve guida sulla procedura da seguire.

L'articolo VPN: come renderla più sicura sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »



apr
17

Wifi sicurezza VPNSocial network consultati in continuazione, video su youtube, chat, chiamate vocali tramite web, videoconferenze, download ed upload di file e molto altro fanno sì che il traffico dati previsto dal nostro operatore telefonico non sia mai sufficiente.  Siamo degli assetati di byte e trovare un wifi pubblico accessibile significa poter navigare in totale tranquillità e non doversi preoccupare del contatore di MB che tanto ci assilla.   Purtroppo “navigare tramite Wi-Fi in tranquillità” è una contraddizione in termini.  Ecco perché:

 

Molti pensano che un buon antivirus e password chilometriche ci pongano al riparo da malintenzionati e violazioni del nostro pc, purtroppo non è così.  Nella maggior parte dei casi, infatti, i Wi-Fi pubblici non criptano i dati che circolano sulla sua rete e un hacker qualunque, anche con poca esperienza, grazie a programmini facilmente reperibili su internet può intercettare dati sensibili quali password e account.  Immaginate quali siano le conseguenze del furto dei dati di accesso al tuo conto corrente bancario online oppure più semplicemente della credenziali di accesso alla tua posta elettronica. La tua vita può diventare un incubo che richiederà gli sforzi di mesi per venirne fuori.
La consapevolezza di cosa possa accadere è già un primo passo verso la soluzione.  Evitare di visitare siti che non inizino per https può essere un primo passo.  Ma se vogliamo davvero per dormire sonni tranquilli allora una VPN è quello che fa al caso nostro.

 

Cos’è una VPN

VPN sta per  Virtual Private Network (Rete privata Virtuale) ed è una rete che viene creata utilizzando una struttura per la telecomunicazione pubblica (i.e. Internet) per fornire un accesso sicuro all’Intranet aziendale per uffici o utenti remoti. Rappresenta una soluzione meno onerosa rispetto alla costosissima linea dedicata che può essere utilizzata solo da una Società, VPN fornisce le stesse possibilità ma a costi minori. La sicurezza delle trasmissioni viene assicurata da un sistema di criptazione dei dati. [fonte: pc-facile.com]

 

Come utilizzarla

Una volta ottenuta una VPN occorre configurare il proprio PC per accedervi:

  • Se si utilizza Windows, cercare connessioni nel menu Start per avviare il Centro connessioni di rete e condivisione.
  • Cliccare Configura nuova connessione di rete dalla sezione
  • Selezionare Connessione a una rete aziendale
  • Scegliere una connessione Internet esistente (VPN)
  • Immettere l’indirizzo del server (per esempio servervpn.nomeAzienda.it per le aziende oppure mioserver.tizio.com per quelle domestiche) e scegliere un nome a piacere per questa connessione
  • Digitare, quindi, il nome utente associato all’account sul server e la relativa password.
  • Cliccare su Connetti.  Verrà stabilita la connessione al server.  A questo punto potremo navigare consapevoli che le nostre password ed i nostri dati sensibili sono al sicuro da “collettori di dati” in agguato.

 

 

Altri usi di una VPN

Implementare una VPN ed utilizzarla solo per proteggersi quando si naviga su Internet è limitativo. Diversi sono gli usi di una Private Network. Eccone alcuni:

  • Aggirare restrizioni geografiche: Alcuni canali e siti web sono visibili solo se ci si collega ad internet dal Paese che ospita il sito. Pensiamo ad alcuni canali tv negli stati uniti o in Inghilterra visibili solo se il collegamento lo effettuiamo da New york oppure da Londra.  Con una VPN questo non è più un problema.  Accedere tramite il nostro network privato (presente negli USA per esempio) fa si che venga segnalato l’IP della VPN e non del nostro PC permettendo, così, di accedere a quei contenuti con restrizioni geografiche.
  • Restrizioni aziendali: Quanto riportato per le restrizioni geografiche è valido anche per le restrizioni implementate da molte aziende. Basti pensare ai blocchi di accesso ai social network o anche alla impossibilità di consultazione anche le sole email personali.  Anche in questo caso una VPN ci permetterebbe di “sgattaiolare” fuori da questi controlli e di poter utilizzare liberamente la rete internet consapevoli che i nostri dati personali non potranno essere rilevati da nessuno (neanche dall’amministratore delle rete aziendale).
  • Censura: Nazioni come la Cina, l’Afghanistan, la Siria, Cuba sorvegliano e limitano l’uso del web.  Una VPN neutralizza politiche restrittive di questo tipo.
  • VOIP: Se utilizziamo spesso programmi di VOIP (come Skype per esempio) per effettuare delle telefonate tramite internet è opportuno filtrare le conversazioni tramite una VPN.   Le chiamate VOIP sono infatti intercettabile da un hacker (anche non esperto) così come sono intercettabili le nostre password ed i  nostri dati sensibili.
  • Motori di ricerca: Google, Bing ed altri motori di ricerca catalogano tutte le ricerche effettuate dagli utenti associandole all’indirizzo IP.  Le ricerche da noi eseguite sono quindi associate al pc in uso e sono utilizzate per personalizzare eventuali offerte pubblicitarie.  Tutto ciò a discapito della nostra tanto amata privacy.  Con una VPN, l’IP comunicato sarà quello del network privato non associabile al nostro pc.

 

 

Come fare per avere una VPN e quanto costa

Da anni Hostingperte implementa VPN ai suoi clienti offrendo soluzioni su misura in funzione delle proprie esigenze e del proprio budget.  Contattaci per un preventivo gratuito cliccando qui.

L'articolo Cosa rischio quando mi collego a reti Wi-Fi pubbliche? Soluzione VPN sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »







Hosting Per Te
© 2015 - ARMADA
Partita IVA 00873530943
REA IS-38469
Tel +39 06452216038
Fax +39 0689280222
Il tuo IP: 54.80.58.121
Hosting Per Te Facebook   Hosting Per Te Twitter   Hosting Per Te Blog
ARMADA
Chiedi ad un nostro Operatore