HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?
+39 06452216038
LIVE SUPPORT
Parla con un operatore

Hosting Per Te - HelpDesk

LIVE SUPPORT
Parla con un operatore
 
 Categorie Notizie
(13)Domini (3)dominio (28)Blog (61)Sicurezza (31)Wordpress (1)Cross-Site (1)vulnerabilità (7)wordpress (1)zero day (8)sicurezza (1)sitelock (16)News (1)google (1)indicizzazione (1)mobilegeddon (8)seo (18)Hosting (4)hosting (1)multi (1)reseller (1)rivenditore (1)provider (18)Email (28)Server (3)email (2)imap (1)imapsync (2)migrazione (1)posta (1)affiliazione (2)guadagnare (65)Ecommerce (3)e-commerce (1)ecommerce (3)VPN (1)wi-fi (1)backup (2)server (29)marketing (1)ppc (1)search-engine-optimization (1)seo pay-per-click (1)domini (2)gTLD (1)IP (1)IP-condiviso (1)IP-dedicato (2)cloud (1)virtuale (3)vps (21)Blogging (3)blog (2)blogging (42)CMS (3)cms (1)sito di successo (1)campagne e-mail (1)criptare dati (1)ssl (1)plugin e-commerce (1)newsletter (1)rivenditori (1)server vps smtp (1)SMTP (1)design responsivo (1)responsive design (1)responsive web design (2)hacking (4)malware (1)phishing (1)server upgrade (2)prestashop (2)campagna e-mail (3)e-mail marketing (1)contenuti sito (1)struttura pagina web (1)call-to-action (1)promozione sito (1)ottimizzare sito (1)cookie law (1)psicologia web design (1)vendita siti (1)website flipping (1)titolo (1)alternativa google analytics (2)monitoraggio (1)keyword (1)programmazione (1)facebook marketing (1)colori (2)clienti (1)privacy whois (1)crimini informatici (1)Cyber crime (1)search console di google (1)supporto managed (1)hacker (1)copyright (1)referrer spam (1)Split testing A/B (1)freelance (2)magento (1)Linux (2)Windows (1)upgrade piani hosting (1)Google SpeedTest (1)landing page (1)seo friendly (1)struttura link (1)errori wordpress (2)psicologia dei prezzi (1)metodi di pagamento (1)effetti sonori (2)APP (1)webmaster (1)fatturazione elettronica (1)sito web (1)backup wordpress (1)fan facebook (1)Exchange ActiveSync (1)POP3 (1)firma e-mail (1)web agency (1)ergonomia (1)editor (3)adwords (1)quality score (1)errori ecommerce (16)startup e business (1)errori azienda (1)sql injection (1)monetizzare (1)regole successo (1)nameserver (2)mailing list (1)responsive email (2)pec (2)bootstrap (1)Bing (1)Bing Ads (1)Foundation (3)framework (1)statistiche mobile (1)adwords per mobile (1)about page (1)chi siamo (1)seo vs ppc (1)errori webmaster principianti (20)SEO (1)PDF e SEO (1)ottimizzare pdf (36)strumenti (1)relazionarsi con i clienti (1)FAQ (1)tld srl (1)traffico (1)keywords (1)parole chiave (1)trend estero (3)statistiche (1)K.I.S.S. (1)plugin sicurezza wordpress (2)certificato ssl (1)template (1)black hat (1)Creative Common Zero (1)blog ecommerce (1)Google Smart Goals (1)web design (1)facebook ads (1)SFTP (1)FTP (1).htaccess (1)statistiche e-commerce (1)url brevi (2)cloud computing (1)HDD (1)grafici (1)librerie js (2)antivirus (1)framework css (1)Google Panda (2)Internet of Things (2)ransomware (1)TeslaCrypt (2)tecnologia (1)telelavoro (1)mobile friendly (1)proxy (2)cryptolocker (1)Processore AMD (1)rapporto clusit 2016 (1)truffe online (1)plugin monitoraggio (2)bug linux (1)ranking tools (1)social network (1)deep web (1)tor (1)plugin sottoscrizioni (1)link building (3)plugin wordpress (1)design (1)siti di successo (1)ottimizzare immagini (2)widget (1)sito monopagina (1)VPS Economici (1)trend del marketing (1)realtà aumentata (1)ip dinamico (1)progettazione sito (1)Redirect 301 e 302 (1)notifiche push (1)velocità sito (1)ottimizzazione contenuti (1)guadagnare con un blog (1)costi e-commerce (1)social media (1)frode amichevole (1)e-commerce wordpress (3)drupal (2)joomla (1)travel blog (1)php (1)chargeback (1)e-mail (1)plug-in video wordpress (1)sito sportivo (1)plug-in seo (1)drupal vs magento (1)portfolio (1)plug-in portfolio (1)sottodomini di terzo livello (1)sicurezza e-commerce (1)pubblicità su facebook (1)visualizza numero utenti (1)affiliate marketing (1)cartella nascosta android (1)creare app (2)Infiniband (1)Intel LGA 3647 (1)furto di dati sensibili (1)marketing diretto (1)record DNS (2)ddos (1)Mobile shopping (1)Malware su Skype (1)virus (1)youtube (1)seo immagini (1)web marketing (1)vendita online (1)food blogger (1)Plesk Onyx (1)Bug Fedora ed Ubuntu (1)Micro SSD (1)IoT (1)Chip Kaby Lake (1)primo e-commerce (1)blog di fitness (2)plug-in WordPress (1)SPF e DKIM (1)Cyber sicurezza (1)file robots.txt (1)AMD Naples (1)Vulnerabilità REST API WordPress (1)trasferimento da Blogger a WordPress (1)plug-in WordPress per musicisti (1)Crittazione (2)CPU (1)Legge antibufale (1)Strumenti di marketing (1)CPU AMD (1)nda (1)Let's Encrypt (1)Hosting Linux o Windows (1)progress bar (1)blog di cucina (1)PrestaShop oppure WooCommerce (1)carte di credito (1)librerie javascript (1)DDR5 (1)plugin monetizzazione (1)Wireless (2)drag and drop (1)web server (1)Curricula digitali (1)name server (1)Autenticazione a due fattori (1)Trend Tech (1)business online (1)Keylogger (1)infopreneur (1)E-book (1)WanaKiwi (1)file LNK (1)hub (1)router (1)switch
Feed RSS
Notizie
lug
25

CryptoDropNon se ne parla più molto ma il famigerato CryptoLocker continua a mietere vittime e molti utenti si trovano a dover fare i conti con il ransomware che ha tolto sonno (e denaro) a migliaia di persone.  I software che cercano di identificare preventivamente il malware sono diversi, ma nessuno di quelli al momento disponibili può garantire che le proprie barriere difensive non vengano scavalcate.

Alcuni ricercatori statunitensi hanno quindi pensato di progettare un software in grado di intervenire quando la prima linea di difesa ha fallito ed il malware ha iniziato la suo opera di crittazione; Il suo nome è CryptoDrop.

 

 

CryptoDrop è un software complementare e non alternativo agli altri software antivirus ed ha il compito di intervenire e di bloccare l’azione del ransomware appena le operazioni crittografiche hanno inizio.  Si tratta, quindi, di accettare un  compromesso: blocco del malware in cambio della perdita (i.e. crittazione) di alcuni dati.

 

Il funzionamento di CryptoDrop consiste nell’analizzare e filtrare in tempo reale letture e scritture sul filesystem.  L’algoritmo assegna un punteggio in funzione del gradi di similitudine tra input ed output; nei casi di crittazione il punteggio sarà basso.  Si aggiungono, ovviamente altre analisi ed indicatori che consentono di fornire un risultato accurato.

 

I test eseguiti lasciano ben sperare.  Sembra, infatti, che CryptoDrop riesca a bloccare il ransomware entro i primi dieci file crittografati.  Una volta bloccata la sua azione, l’utente dovrà solo valutare se i file compromessi giustifichino la richiesta di ricatto, ma è sicuramente un notevole passo in avanti rispetto alla perdita della quasi totalità dei dati presenti sul proprio PC.

 

Esiste una versione anche per Linux; si chiama CryptoStalker e segue un percorso di identificazione più rigoroso e lascia all’utente la distinzione tra operazione di crittografia legittima ed illegittima.

 

CryptoDrop rappresenta un’arma in più per combattere il malware CryptoLocker, non dimentichiamo, però, che la miglior difesa consiste comunque nell’osservare la basilari norme di comportamento in materia di sicurezza informatica e nell’appurare, nel caso specifico, quale sia la vera natura del file che si sta per aprire.

L'articolo CryptoDrop l’antidoto per CryptoLocker sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »



feb
24

cryptolocker su whatsappTorniamo a parlare di Cryptolocker, il temutissimo virus che prende in ostaggio tutti i file presenti sul PC infettato crittandoli e rendendoli inutilizzabili salvo pagamento di un riscatto in bitcoin.  Chi pensava che gli smartphone fossero immuni da tale minaccia si sbagliava.  Su WhatsApp circola, infatti, una versione di Cryptolocker in grado di minacciare i nostri dispositivi portatili.

 

 

ll temibile virus, ben noto (si spera) ai possessori di PC ed alla Polizia Postale, gira ora anche su WhatsApp e prende di mira smartphone iPhone ed Android indistintamente.

 

Il modus operandi della versione mobile è simile a quello desktop. Compare un semplice messaggio di notifica all’interno di un gruppo con un link che rimanda ad uno script che da il via al processo di crittazione.  Gli effetti sono li stessi della versione che gira su PC windows.  Alla fine del processo, per riappropriarsi dei propri dati, bisogna pagare un riscatto.
La minaccia preoccupa la vastissima comunità di utenti che tramite WhatsApp scambia messaggi e file multimediali.  Per fortuna, con un minimo di accortezza in più, è possibile difendere i propri dati dal malware.

 

 

Come riconoscerlo

Tutto inizia con un semplice messaggio di avviso del tipo “Whatsapp ti ha aggiunto al gruppo Whatsapp”.  Se si riceve questo messaggio, non aprirlo, cancellare la conversazione e bloccare il mittente.
Secondo quanto riportato dalla Polizia Postale, nella conversazione potrebbe apparire il seguente messaggio (con prefisso UK +44): “Congratulazioni, il tuo numero di telefono +39XXXXXXXXXX è stato selezionato casualmente come dispositivo mobile fortunato di oggi! Hai un premio non reclamato. Reclama il tuo premio ora!“. L’allegato avrà un contenuto multimediale ed una scheda contatto.
Ignorare che WhatsApp possa veicolare una minaccia di questo tipo o una piccola distrazione possono dare esito “positivo” al tentativo di installazione del malware e causare danni e fastidi che si ricorderanno per molto tempo.

 

 

Come difendersi da WhatsApp Cryptolocker

Se Cryptolocker è riuscito a crittare tutti i tuoi dati, il consiglio della Polizia Postale e delle Comunicazioni è quello di NON cedere al ricatto perché, oltre ad alimentare il meccanismo criminoso, in caso di pagamento non si hanno garanzie che i dati vengano restituiti.  Rivolgersi quindi alla Polizia postale e denunciare il tentativo di estorsione.

Al momento non esistono antivirus in grado di eliminare la minaccia e di riparare il danno causato dal malware.  Prestare quindi la massima accortezza nella gestione dei file sia sul PC che sul smartphone e cestinare immediatamente eventuali inviti a riscuotere premi o denaro elargiti da  fantomatici “benefattori”.

L'articolo Cryptolocker pericolo anche per WhatsApp sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »







Hosting Per Te
© 2015 - ARMADA
Partita IVA 00873530943
REA IS-38469
Tel +39 06452216038
Fax +39 0689280222
Il tuo IP: 54.224.83.221
Hosting Per Te Facebook   Hosting Per Te Twitter   Hosting Per Te Blog
ARMADA
Chiedi ad un nostro Operatore