HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?
+39 06452216038
LIVE SUPPORT
Parla con un operatore

Hosting Per Te - HelpDesk

LIVE SUPPORT
Parla con un operatore
 
 Categorie Notizie
(13)Domini (3)dominio (28)Blog (61)Sicurezza (31)Wordpress (1)Cross-Site (1)vulnerabilità (7)wordpress (1)zero day (8)sicurezza (1)sitelock (16)News (1)google (1)indicizzazione (1)mobilegeddon (8)seo (18)Hosting (4)hosting (1)multi (1)reseller (1)rivenditore (1)provider (18)Email (28)Server (3)email (2)imap (1)imapsync (2)migrazione (1)posta (1)affiliazione (2)guadagnare (65)Ecommerce (3)e-commerce (1)ecommerce (3)VPN (1)wi-fi (1)backup (2)server (29)marketing (1)ppc (1)search-engine-optimization (1)seo pay-per-click (1)domini (2)gTLD (1)IP (1)IP-condiviso (1)IP-dedicato (2)cloud (1)virtuale (3)vps (21)Blogging (3)blog (2)blogging (42)CMS (3)cms (1)sito di successo (1)campagne e-mail (1)criptare dati (1)ssl (1)plugin e-commerce (1)newsletter (1)rivenditori (1)server vps smtp (1)SMTP (1)design responsivo (1)responsive design (1)responsive web design (2)hacking (4)malware (1)phishing (1)server upgrade (2)prestashop (2)campagna e-mail (3)e-mail marketing (1)contenuti sito (1)struttura pagina web (1)call-to-action (1)promozione sito (1)ottimizzare sito (1)cookie law (1)psicologia web design (1)vendita siti (1)website flipping (1)titolo (1)alternativa google analytics (2)monitoraggio (1)keyword (1)programmazione (1)facebook marketing (1)colori (2)clienti (1)privacy whois (1)crimini informatici (1)Cyber crime (1)search console di google (1)supporto managed (1)hacker (1)copyright (1)referrer spam (1)Split testing A/B (1)freelance (2)magento (1)Linux (2)Windows (1)upgrade piani hosting (1)Google SpeedTest (1)landing page (1)seo friendly (1)struttura link (1)errori wordpress (2)psicologia dei prezzi (1)metodi di pagamento (1)effetti sonori (2)APP (1)webmaster (1)fatturazione elettronica (1)sito web (1)backup wordpress (1)fan facebook (1)Exchange ActiveSync (1)POP3 (1)firma e-mail (1)web agency (1)ergonomia (1)editor (3)adwords (1)quality score (1)errori ecommerce (16)startup e business (1)errori azienda (1)sql injection (1)monetizzare (1)regole successo (1)nameserver (2)mailing list (1)responsive email (2)pec (2)bootstrap (1)Bing (1)Bing Ads (1)Foundation (3)framework (1)statistiche mobile (1)adwords per mobile (1)about page (1)chi siamo (1)seo vs ppc (1)errori webmaster principianti (20)SEO (1)PDF e SEO (1)ottimizzare pdf (36)strumenti (1)relazionarsi con i clienti (1)FAQ (1)tld srl (1)traffico (1)keywords (1)parole chiave (1)trend estero (3)statistiche (1)K.I.S.S. (1)plugin sicurezza wordpress (2)certificato ssl (1)template (1)black hat (1)Creative Common Zero (1)blog ecommerce (1)Google Smart Goals (1)web design (1)facebook ads (1)SFTP (1)FTP (1).htaccess (1)statistiche e-commerce (1)url brevi (2)cloud computing (1)HDD (1)grafici (1)librerie js (2)antivirus (1)framework css (1)Google Panda (2)Internet of Things (2)ransomware (1)TeslaCrypt (2)tecnologia (1)telelavoro (1)mobile friendly (1)proxy (2)cryptolocker (1)Processore AMD (1)rapporto clusit 2016 (1)truffe online (1)plugin monitoraggio (2)bug linux (1)ranking tools (1)social network (1)deep web (1)tor (1)plugin sottoscrizioni (1)link building (3)plugin wordpress (1)design (1)siti di successo (1)ottimizzare immagini (2)widget (1)sito monopagina (1)VPS Economici (1)trend del marketing (1)realtà aumentata (1)ip dinamico (1)progettazione sito (1)Redirect 301 e 302 (1)notifiche push (1)velocità sito (1)ottimizzazione contenuti (1)guadagnare con un blog (1)costi e-commerce (1)social media (1)frode amichevole (1)e-commerce wordpress (3)drupal (2)joomla (1)travel blog (1)php (1)chargeback (1)e-mail (1)plug-in video wordpress (1)sito sportivo (1)plug-in seo (1)drupal vs magento (1)portfolio (1)plug-in portfolio (1)sottodomini di terzo livello (1)sicurezza e-commerce (1)pubblicità su facebook (1)visualizza numero utenti (1)affiliate marketing (1)cartella nascosta android (1)creare app (2)Infiniband (1)Intel LGA 3647 (1)furto di dati sensibili (1)marketing diretto (1)record DNS (2)ddos (1)Mobile shopping (1)Malware su Skype (1)virus (1)youtube (1)seo immagini (1)web marketing (1)vendita online (1)food blogger (1)Plesk Onyx (1)Bug Fedora ed Ubuntu (1)Micro SSD (1)IoT (1)Chip Kaby Lake (1)primo e-commerce (1)blog di fitness (2)plug-in WordPress (1)SPF e DKIM (1)Cyber sicurezza (1)file robots.txt (1)AMD Naples (1)Vulnerabilità REST API WordPress (1)trasferimento da Blogger a WordPress (1)plug-in WordPress per musicisti (1)Crittazione (2)CPU (1)Legge antibufale (1)Strumenti di marketing (1)CPU AMD (1)nda (1)Let's Encrypt (1)Hosting Linux o Windows (1)progress bar (1)blog di cucina (1)PrestaShop oppure WooCommerce (1)carte di credito (1)librerie javascript (1)DDR5 (1)plugin monetizzazione (1)Wireless (2)drag and drop (1)web server (1)Curricula digitali (1)name server (1)Autenticazione a due fattori (1)Trend Tech (1)business online (1)Keylogger (1)infopreneur (1)E-book (1)WanaKiwi (1)file LNK (1)hub (1)router (1)switch
Feed RSS
Notizie
mar
30
Abitudini tech da correggere
30 mar 2016 10:21

cattive abitudini techL’uso della tecnologia è ormai parte integrante delle nostre vite.  La utilizziamo per comunicare e per portare a termine i compiti più disparati e lo facciamo ormai in maniera del tutto naturale.
Spesso, però, lo svolgere azioni in maniera automatica comporta il ripetersi di cattive abitudini che rendono meno efficace e produttivo il supporto tecnologico di cui ci avvaliamo. Non ce ne rendiamo conto, ma la routine e lo svolgere azioni ripetitive che non comportano impegno mentale fanno sì che alcuni errori vengano ripetuti in continuazione o che determinate situazioni mentalmente stressanti non vengano risolte.  Arriva il momento in cui realizziamo che la misura a raggiunto il colmo e prendiamo atto che quello che doveva essere un supporto in grado di agevolare e migliorare la nostra vita, in alcuni casi, ce l’ha complicata.  Ecco alcuni suggerimenti in grado di ottimizzare le proprie risorse tecnologiche e di restituirci la giusta tranquillità.

 

 

 

Cancellarsi dalle liste

Molte delle mail che affollano la nostra inbox sono comunicazioni superflue che distolgono la nostra attenzione da compiti più importanti e che rubano parte del nostro tempo. L’effettuare acquisti online, il sottoscrivere una petizione, o il compilare un form qualsiasi comporta, nella maggior parte dei casi, l’inserimento del nostro nominativo in una mailing list che prima o poi verrà utilizzata a scopi commerciali o informativi.  Il numero di sottoscrizioni aumenta con il tempo ed arriva il momento in cui il numero di e-mail di scarsa rilevanza ed interesse raggiunge livelli inaccettabili.

La risposta a questo problema è semplice.  Occorre eliminare il proprio nominativo dalle mailing list di aziende con le quali  non abbiamo più rapporti commerciali e le cui e-mail non riscontrano il nostro gradimento.   Un compito tedioso che, però, eliminerà una fonte di distrazione legata all’apertura e l’eliminazione di decine di inutili e-mail al mese.

 

 

Spegnere il PC in anticipo

E’ buona norma allontanarsi dallo schermo del proprio PC almeno 30 minuti prima di andare a dormire.  Alcuni studi hanno dimostrato che spegnere il computer in anticipo riduce lo stress e migliora il sonno.  Anziché, quindi, addormentarsi guardando la tv o consultando il proprio profilo Facebook, sarebbe opportuno dedicarsi ad attività di altro genere come, per esempio, leggere un buon libro.  La tua salute mentale e fisica ne gioverà sicuramente.

 

 

Liberarsi di inutili account

Molti di noi hanno sicuramente account su social media creati parecchi anni addietro e che sono ormai da tempo inutilizzati.  Questo può risultare un problema quando qualcuno digita il nostro nome su Google e compare, magari, un account Twitter con soli 9 follower o un blog relativo ad un’attività che non svolgiamo più ormai da tempo.  Fare un po’ di pulizia digitale gioverà sicuramente al tuo branding personale e metterà un po’ d’ordine nel tuo curriculum da internauta.

 

 

Ripulire il proprio cloud

Fatta salva l’indiscutibile utilità dei servizi cloud in grado di conservare e preservare i nostri file digitali, può capitare che col tempo si accumulino GB di file inutili;  screenshot, la foto di un particolare meccanico ormai riparato, registrazioni audio, file musicali che non ascolteremo più, ecc.  Ripulire il proprio spazio sul cloud avrà lo stesso effetto di quando si riordina e si fa spazio sulla propria scrivania.

 

Piccoli accorgimenti in grado di fare la differenza nella vita di tutti i giorni e di restituire il giusto ruolo ai dispositivi tecnologici nati per agevolare e non certo  per complicare la nostra esistenza.

L'articolo Abitudini tech da correggere sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »



feb
10
Tecnologia e futuro
10 feb 2016 10:43

tecnologia e futuroChi non ricorda il famigerato Millenium Bug? Verso la fine degli anni 90 il timore di un blocco dei sistemi informatici dovuto al cambiamento di millennio nell’indicazione della data spinse aziende ed enti in tutto il mondo ad attivarsi per scongiurare un default tecnologico.  Il passaggio al nuovo millennio è avvenuto senza problemi e nessuna delle catastrofi annunciate si è, per fortuna, concretizzata.
La crescente diffusione della tecnologia nelle nostre vite sta però facendo sorgere alcuni punti di domanda sulla nostra sicurezza futura e su alcune potenziali conseguenze negative.

 

 

Un aspetto che sembra essere trascurato dalla maggior parte delle aziende può essere riassunto con un’unica parola: obsolescenza.  Secondo un recente sondaggio condotto tra 567 dirigenti d’azienda in 20 diversi settori diversi, un terzo degli intervistati teme la perdita di competitività a causa del cosiddetto Darwinismo Digitale.  Peggio ancora la pensa un terzo dei responsabili nel settore dell’IT che prevedono una imminente e definitiva uscita di scena delle loro aziende.

 

Il sempre maggior uso del cloud computing spinge molti esperti del settore a porre una crescente attenzione sul tema della sicurezza.  Grossi passi in avanti sono stati fatti su questo fronte ma è pur vero che i dati centralizzati sono sicuri solo se a gestire il firewall è un programmatore IT professionista.  Molte aziende pensano sia  più sicuro tenere i propri dati al sicuro nella propria azienda ma questo spesso, non potendo disporre di personale preparato a gestire server e firewall in maniera adeguata, paradossalmente li rende meno sicuri e più vulnerabili ad attacchi informatici.
in base ad un recente rapporto della Camera di Commercio di Londra, le  aziende che subiscono un’importante perdita di dati hanno il 90% di probabilità di dover chiudere i battenti entro due anni, ed uno dei fattori che maggiormente incide sui bilanci delle aziende (e sulla loro reputazione) è proprio il furto di dati.

 

Un altro aspetto che preoccupa è la crescente mole di dati che scaturisce dall’inarrestabile ascesa dell’Internet of Things.  Miliardi di dispositivi che inviano o che stanno per essere progettati e programmati per inviare dati il cui uso e la cui utilità non sono stati ancora ben definiti.  Ricevere una mail dalla nostra bilancia elettronica che riporta il nostro peso non penso rientri nelle priorità giornaliere di tutti.  Il rischio di essere bombardati da dati inutili legato al difficoltà di controllare chi ed in che modo li utilizzerà è un dibattito che rimane aperto ed ancora privo di una soluzione ben definita.

 

L’automazione è considerata anch’essa una risorsa da gestire con attenzione.  Di recente sono stati condotti dei test su automobili in grado di condurre i passeggeri nel luogo di destinazione senza l’ausilio di un guidatore; i test hanno avuto un esito positivo ma il dover lasciare la propria vite nelle “mani” di un pilota automatico lascia perplessi i più.
Un’altra preoccupazione dell’automazione è vecchia quanto la rivoluzione industriale ed è legata alla perdita di posti di lavoro per il passaggio a macchine intelligenti di mansioni una volta delegate a persone in carne ed ossa. In quest’ultimo caso, però, la storia ci insegna che tale fenomeno è limitato e che i costi sono di gran lunga inferiori ai benefici.

 

L'articolo Tecnologia e futuro sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »







Hosting Per Te
© 2015 - ARMADA
Partita IVA 00873530943
REA IS-38469
Tel +39 06452216038
Fax +39 0689280222
Il tuo IP: 54.224.103.239
Hosting Per Te Facebook   Hosting Per Te Twitter   Hosting Per Te Blog
ARMADA
Chiedi ad un nostro Operatore