HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?
+39 06452216038
LIVE SUPPORT
Parla con un operatore

Hosting Per Te - HelpDesk

LIVE SUPPORT
Parla con un operatore
 
 Categorie Notizie
(13)Domini (3)dominio (28)Blog (61)Sicurezza (31)Wordpress (1)Cross-Site (1)vulnerabilità (7)wordpress (1)zero day (8)sicurezza (1)sitelock (16)News (1)google (1)indicizzazione (1)mobilegeddon (8)seo (18)Hosting (4)hosting (1)multi (1)reseller (1)rivenditore (1)provider (18)Email (28)Server (3)email (2)imap (1)imapsync (2)migrazione (1)posta (1)affiliazione (2)guadagnare (65)Ecommerce (3)e-commerce (1)ecommerce (3)VPN (1)wi-fi (1)backup (2)server (29)marketing (1)ppc (1)search-engine-optimization (1)seo pay-per-click (1)domini (2)gTLD (1)IP (1)IP-condiviso (1)IP-dedicato (2)cloud (1)virtuale (3)vps (21)Blogging (3)blog (2)blogging (42)CMS (3)cms (1)sito di successo (1)campagne e-mail (1)criptare dati (1)ssl (1)plugin e-commerce (1)newsletter (1)rivenditori (1)server vps smtp (1)SMTP (1)design responsivo (1)responsive design (1)responsive web design (2)hacking (4)malware (1)phishing (1)server upgrade (2)prestashop (2)campagna e-mail (3)e-mail marketing (1)contenuti sito (1)struttura pagina web (1)call-to-action (1)promozione sito (1)ottimizzare sito (1)cookie law (1)psicologia web design (1)vendita siti (1)website flipping (1)titolo (1)alternativa google analytics (2)monitoraggio (1)keyword (1)programmazione (1)facebook marketing (1)colori (2)clienti (1)privacy whois (1)crimini informatici (1)Cyber crime (1)search console di google (1)supporto managed (1)hacker (1)copyright (1)referrer spam (1)Split testing A/B (1)freelance (2)magento (1)Linux (2)Windows (1)upgrade piani hosting (1)Google SpeedTest (1)landing page (1)seo friendly (1)struttura link (1)errori wordpress (2)psicologia dei prezzi (1)metodi di pagamento (1)effetti sonori (2)APP (1)webmaster (1)fatturazione elettronica (1)sito web (1)backup wordpress (1)fan facebook (1)Exchange ActiveSync (1)POP3 (1)firma e-mail (1)web agency (1)ergonomia (1)editor (3)adwords (1)quality score (1)errori ecommerce (16)startup e business (1)errori azienda (1)sql injection (1)monetizzare (1)regole successo (1)nameserver (2)mailing list (1)responsive email (2)pec (2)bootstrap (1)Bing (1)Bing Ads (1)Foundation (3)framework (1)statistiche mobile (1)adwords per mobile (1)about page (1)chi siamo (1)seo vs ppc (1)errori webmaster principianti (20)SEO (1)PDF e SEO (1)ottimizzare pdf (36)strumenti (1)relazionarsi con i clienti (1)FAQ (1)tld srl (1)traffico (1)keywords (1)parole chiave (1)trend estero (3)statistiche (1)K.I.S.S. (1)plugin sicurezza wordpress (2)certificato ssl (1)template (1)black hat (1)Creative Common Zero (1)blog ecommerce (1)Google Smart Goals (1)web design (1)facebook ads (1)SFTP (1)FTP (1).htaccess (1)statistiche e-commerce (1)url brevi (2)cloud computing (1)HDD (1)grafici (1)librerie js (2)antivirus (1)framework css (1)Google Panda (2)Internet of Things (2)ransomware (1)TeslaCrypt (2)tecnologia (1)telelavoro (1)mobile friendly (1)proxy (2)cryptolocker (1)Processore AMD (1)rapporto clusit 2016 (1)truffe online (1)plugin monitoraggio (2)bug linux (1)ranking tools (1)social network (1)deep web (1)tor (1)plugin sottoscrizioni (1)link building (3)plugin wordpress (1)design (1)siti di successo (1)ottimizzare immagini (2)widget (1)sito monopagina (1)VPS Economici (1)trend del marketing (1)realtà aumentata (1)ip dinamico (1)progettazione sito (1)Redirect 301 e 302 (1)notifiche push (1)velocità sito (1)ottimizzazione contenuti (1)guadagnare con un blog (1)costi e-commerce (1)social media (1)frode amichevole (1)e-commerce wordpress (3)drupal (2)joomla (1)travel blog (1)php (1)chargeback (1)e-mail (1)plug-in video wordpress (1)sito sportivo (1)plug-in seo (1)drupal vs magento (1)portfolio (1)plug-in portfolio (1)sottodomini di terzo livello (1)sicurezza e-commerce (1)pubblicità su facebook (1)visualizza numero utenti (1)affiliate marketing (1)cartella nascosta android (1)creare app (2)Infiniband (1)Intel LGA 3647 (1)furto di dati sensibili (1)marketing diretto (1)record DNS (2)ddos (1)Mobile shopping (1)Malware su Skype (1)virus (1)youtube (1)seo immagini (1)web marketing (1)vendita online (1)food blogger (1)Plesk Onyx (1)Bug Fedora ed Ubuntu (1)Micro SSD (1)IoT (1)Chip Kaby Lake (1)primo e-commerce (1)blog di fitness (2)plug-in WordPress (1)SPF e DKIM (1)Cyber sicurezza (1)file robots.txt (1)AMD Naples (1)Vulnerabilità REST API WordPress (1)trasferimento da Blogger a WordPress (1)plug-in WordPress per musicisti (1)Crittazione (2)CPU (1)Legge antibufale (1)Strumenti di marketing (1)CPU AMD (1)nda (1)Let's Encrypt (1)Hosting Linux o Windows (1)progress bar (1)blog di cucina (1)PrestaShop oppure WooCommerce (1)carte di credito (1)librerie javascript (1)DDR5 (1)plugin monetizzazione (1)Wireless (2)drag and drop (1)web server (1)Curricula digitali (1)name server (1)Autenticazione a due fattori (1)Trend Tech (1)business online (1)Keylogger (1)infopreneur (1)E-book (1)WanaKiwi (1)file LNK (1)hub (1)router (1)switch
Feed RSS
Notizie
set
28

Bing Ads vs Google AdwordsNell’articolo precedente abbiamo illustrato le differenze tra i due motori di ricerca più utilizzati;  Google e Bing.  Il dominio indiscutibile di Google nel panorama dei motori di ricerca spinge la maggior parte delle aziende ad investire le proprie risorse unicamente in campagne Google Adwords.  Valutare, però, l’ipotesi di utilizzare parte del proprio budget per fare pubblicità anche su Bing potrebbe rivelarsi una mossa intelligente.  Vediamo perché

 

Yahoo! & Microsoft hanno unito le forze in quella che viene definita Search Alliance.  L’intento alla base di questa alleanza è quello di offrire agli utenti della rete una valida alternativa ed una reale libertà di scelta.
Il servizio offerto dall’Adcenter di Bing è molto simile a quello di Google Adwords;  I meccanismi di implementazione delle campagne ed il loro monitoraggio tramite report ed informazioni di vario genere ricalcano quanto offerto da Google.  Quali sono allora le differenze e quali  sono i vantaggi nel realizzare una campagna anche con Bing? 

 

  • CPC – costo per clic sul network Yahoo! Bing è inferiore di circa il 42% rispetto a quello su Google. Secondo quanto rilevato da una società di marketing intelligence internazionale (Adgooroo) i costi medi per clic su Bing sono di gran lunga inferiori rispetto a Google.  La seguente tabella riporta alcuni dati piuttosto significativi:

adgooroo-yahoo-bing-adwords-media cpc

  • Selezione dispositivi – A partire dal 2013 tutte le campagne google agiscono indiscriminatamente sui dispositivi fissi (desktop) e mobili (smartphone, tablet).  Non è più possibile, per esempio, rivolgere le proprie campagne esclusivamente ai dispositivi mobili ed escludere le ricerche effettuate da desktop.
    Bing, al contrario, consente di escludere le ricerche provenienti da tablet e desktop.  E’ anche possibile optare per ricerche provenienti esclusivamente da specifici sistemi operativi.
  • Esclusione di search partners – Con Bing è possibile escludere le ricerche provenienti da determinati search partners (come msn.com per esempio).  Se durante il monitoraggio di una campagna pubblicitaria notiamo che uno dei partner di ricerca ha costi non supportati da CTR accettabili possiamo escluderlo tramite l’apposito form.
  • Varianti vicine – Le cosiddette close variants (sinonimi delle parole chiave selezionate o parole digitate in maniera errata nel campo di ricerca) sono ormai inserite di default nelle campagne Google. Con Bing, invece, è ancora possibile optare per la loro esclusione.  Questa distinzione è particolarmente rilevante quando in una campagna vengono impostate parole chiave negative.  Google, non offrendo la possibilità di escludere la corrispondenza generica delle keyword, andrà ad escludere anche eventuali parole chiave rilevanti ai fini della campagna in essere. Con l’opzione di corrispondenza a frase di Bing, invece, verrà esclusa solo la parola chiave e non anche eventuali sinonimi.
  • Fusi orari – Con Bing è possibile impostare singolarmente un fuso orario per ogni nuova campagna.
  • Minore concorrenza –  Meno aziende concorrenti con le quali lottare per i primi posti del motore di ricerca significa maggiori probabilità di comparire in cima alla lista.
  • Filtrare le ricerche in funzione dei dati demografici – Questo è uno degli aspetti più interessanti di Bing.  Grazie all’opzione offerta è possibile selezionare le ricerche in funzione del genere (uomo o donna) e  dell’età dell’utente.  Se per esempio il prodotto oggetto della campagna pubblicitaria è rivolto ad un pubblico femminile appartenete ad une determinata fascia di età, con Bing sarà possibile impostare un filtro che tenga in considerazione questo specifico target.

 

Adwords resta la scelta logica per la maggior parte degli inserzionisti, ma prendere in considerazione anche Bing Ads non è sicuramente un errore e può rappresentare una interessante opportunità da non sottovalutare.

L'articolo Bing Ads: una valida alternativa a Google Adwords sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »







Hosting Per Te
© 2015 - ARMADA
Partita IVA 00873530943
REA IS-38469
Tel +39 06452216038
Fax +39 0689280222
Il tuo IP: 54.80.58.121
Hosting Per Te Facebook   Hosting Per Te Twitter   Hosting Per Te Blog
ARMADA
Chiedi ad un nostro Operatore