HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?
+39 06452216038
LIVE SUPPORT
Parla con un operatore

Hosting Per Te - HelpDesk

LIVE SUPPORT
Parla con un operatore
 
 Categorie Notizie
(13)Domini (3)dominio (28)Blog (61)Sicurezza (31)Wordpress (1)Cross-Site (1)vulnerabilità (7)wordpress (1)zero day (8)sicurezza (1)sitelock (16)News (1)google (1)indicizzazione (1)mobilegeddon (8)seo (18)Hosting (4)hosting (1)multi (1)reseller (1)rivenditore (1)provider (18)Email (28)Server (3)email (2)imap (1)imapsync (2)migrazione (1)posta (1)affiliazione (2)guadagnare (65)Ecommerce (3)e-commerce (1)ecommerce (3)VPN (1)wi-fi (1)backup (2)server (29)marketing (1)ppc (1)search-engine-optimization (1)seo pay-per-click (1)domini (2)gTLD (1)IP (1)IP-condiviso (1)IP-dedicato (2)cloud (1)virtuale (3)vps (21)Blogging (3)blog (2)blogging (42)CMS (3)cms (1)sito di successo (1)campagne e-mail (1)criptare dati (1)ssl (1)plugin e-commerce (1)newsletter (1)rivenditori (1)server vps smtp (1)SMTP (1)design responsivo (1)responsive design (1)responsive web design (2)hacking (4)malware (1)phishing (1)server upgrade (2)prestashop (2)campagna e-mail (3)e-mail marketing (1)contenuti sito (1)struttura pagina web (1)call-to-action (1)promozione sito (1)ottimizzare sito (1)cookie law (1)psicologia web design (1)vendita siti (1)website flipping (1)titolo (1)alternativa google analytics (2)monitoraggio (1)keyword (1)programmazione (1)facebook marketing (1)colori (2)clienti (1)privacy whois (1)crimini informatici (1)Cyber crime (1)search console di google (1)supporto managed (1)hacker (1)copyright (1)referrer spam (1)Split testing A/B (1)freelance (2)magento (1)Linux (2)Windows (1)upgrade piani hosting (1)Google SpeedTest (1)landing page (1)seo friendly (1)struttura link (1)errori wordpress (2)psicologia dei prezzi (1)metodi di pagamento (1)effetti sonori (2)APP (1)webmaster (1)fatturazione elettronica (1)sito web (1)backup wordpress (1)fan facebook (1)Exchange ActiveSync (1)POP3 (1)firma e-mail (1)web agency (1)ergonomia (1)editor (3)adwords (1)quality score (1)errori ecommerce (16)startup e business (1)errori azienda (1)sql injection (1)monetizzare (1)regole successo (1)nameserver (2)mailing list (1)responsive email (2)pec (2)bootstrap (1)Bing (1)Bing Ads (1)Foundation (3)framework (1)statistiche mobile (1)adwords per mobile (1)about page (1)chi siamo (1)seo vs ppc (1)errori webmaster principianti (20)SEO (1)PDF e SEO (1)ottimizzare pdf (36)strumenti (1)relazionarsi con i clienti (1)FAQ (1)tld srl (1)traffico (1)keywords (1)parole chiave (1)trend estero (3)statistiche (1)K.I.S.S. (1)plugin sicurezza wordpress (2)certificato ssl (1)template (1)black hat (1)Creative Common Zero (1)blog ecommerce (1)Google Smart Goals (1)web design (1)facebook ads (1)SFTP (1)FTP (1).htaccess (1)statistiche e-commerce (1)url brevi (2)cloud computing (1)HDD (1)grafici (1)librerie js (2)antivirus (1)framework css (1)Google Panda (2)Internet of Things (2)ransomware (1)TeslaCrypt (2)tecnologia (1)telelavoro (1)mobile friendly (1)proxy (2)cryptolocker (1)Processore AMD (1)rapporto clusit 2016 (1)truffe online (1)plugin monitoraggio (2)bug linux (1)ranking tools (1)social network (1)deep web (1)tor (1)plugin sottoscrizioni (1)link building (3)plugin wordpress (1)design (1)siti di successo (1)ottimizzare immagini (2)widget (1)sito monopagina (1)VPS Economici (1)trend del marketing (1)realtà aumentata (1)ip dinamico (1)progettazione sito (1)Redirect 301 e 302 (1)notifiche push (1)velocità sito (1)ottimizzazione contenuti (1)guadagnare con un blog (1)costi e-commerce (1)social media (1)frode amichevole (1)e-commerce wordpress (3)drupal (2)joomla (1)travel blog (1)php (1)chargeback (1)e-mail (1)plug-in video wordpress (1)sito sportivo (1)plug-in seo (1)drupal vs magento (1)portfolio (1)plug-in portfolio (1)sottodomini di terzo livello (1)sicurezza e-commerce (1)pubblicità su facebook (1)visualizza numero utenti (1)affiliate marketing (1)cartella nascosta android (1)creare app (2)Infiniband (1)Intel LGA 3647 (1)furto di dati sensibili (1)marketing diretto (1)record DNS (2)ddos (1)Mobile shopping (1)Malware su Skype (1)virus (1)youtube (1)seo immagini (1)web marketing (1)vendita online (1)food blogger (1)Plesk Onyx (1)Bug Fedora ed Ubuntu (1)Micro SSD (1)IoT (1)Chip Kaby Lake (1)primo e-commerce (1)blog di fitness (2)plug-in WordPress (1)SPF e DKIM (1)Cyber sicurezza (1)file robots.txt (1)AMD Naples (1)Vulnerabilità REST API WordPress (1)trasferimento da Blogger a WordPress (1)plug-in WordPress per musicisti (1)Crittazione (2)CPU (1)Legge antibufale (1)Strumenti di marketing (1)CPU AMD (1)nda (1)Let's Encrypt (1)Hosting Linux o Windows (1)progress bar (1)blog di cucina (1)PrestaShop oppure WooCommerce (1)carte di credito (1)librerie javascript (1)DDR5 (1)plugin monetizzazione (1)Wireless (2)drag and drop (1)web server (1)Curricula digitali (1)name server (1)Autenticazione a due fattori (1)Trend Tech (1)business online (1)Keylogger (1)infopreneur (1)E-book (1)WanaKiwi (1)file LNK (1)hub (1)router (1)switch
Feed RSS
Notizie
gen
10

pec o raccomandataUna domanda che spesso ci si pone è quella che riguarda la differenza tra PEC (leggi articolo su PEC) e posta raccomandata.  Sono uguali?  Una delle due ha dei vantaggi rispetto all’altra? 

Formalmente la Posta certificata è, da un punto di vista meramente legale, equiparabile alla raccomandata.  Ambedue i sistemi consentono di ottenere prova dell’invio e del ricevimento della comunicazione.  Esistono però delle differenze, anche piuttosto rilevanti, tra questi due mezzi di trasmissione di atti ed informative.  Differenze a tutto vantaggio della PEC.

 

 

 

Una prima sostanziale differenza risiede nella esaustività della PEC.  La posta certificata, infatti, non solo offre prova dell’invio e del ricevimento, ma anche del contenuto (i.e. del testo del messaggio).  Il contenuto viene certificato dal gestore della posta certificata ed offre un grosso vantaggio nei casi di contestazione sui contenuti e sull’oggetto della comunicazione.  Nella raccomandata ciò non è possibile o comunque è molto più difficile.

Un punto a sfavore della PEC risiede nella impossibilità di certificare eventuali allegati, o meglio, nel poter dimostrare il contenuto di essi.  Nel caso dell’allegato, quindi, è possibile solo certificare il suo  invio ma non il suo contenuto.  L’unica soluzione a tale problema consiste nel riportare i contenuti degli allegati all’interno del messaggio.  Tale procedura non impedisce di inviare l’allegato che, probabilmente, sarà caratterizzato da una migliore formattazione e magari inserito su carta intestata.

 

Un altro vantaggio della PEC rispetto alla raccomandata cartacea è la certificazione della sua immodificabilità.

Il gestore della posta certificata, infatti, garantisce, tramite firma elettronica qualificata, la provenienza, l’autenticità e l’integrità del testo contenuto nella mail.

Tale garanzia non è invece possibile nel caso della raccomandata dove il ricevente può sempre asserire che il messaggio era incompleto e magari carente di fogli che completassero il senso della missiva.  In alcuni casi tale obiezione ha invalidato la raccomandata.

 

Terzo punto: La PEC dimostra anche l’ora di consegna; dato che in alcuni casi è di fondamentale importanza.

 

Va chiarito che la PEC ha valenza legale solo se ambedue le parti sono muniti di indirizzo mail certificato.

 

Quali sono i dati da conservare ed eventualmente da esibire in fase dibattimentale?

Sia per i messaggi inviati che per quelli ricevuti occorre conservare la ricevuta di consegna (i.e. “postacert.eml“ che contiene il messaggio originale ed eventuali allegati ed il file “daticert.xml” contenente tutti i dati relativi all’invio ovvero mittente, gestore, destinatari, oggetto, data e codice id).

 

Per ottenere una casella di posta certificata clicca qui  e scegli la soluzione che preferisci.

L'articolo Differenza tra PEC e raccomandata sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »



set
18
PEC. Conosciamola meglio
18 set 2015 08:10

pecSono trascorsi tre anni da quando il Decreto Legge 179/2012 convertito nella Legge 221/2012 ha reso la PEC obbligatoria per tutte le imprese.  Nonostante sia diventato uno strumento largamente diffuso il suo funzionamento per molti utenti non è ancora completamente chiaro.  In questo articolo daremo risposta ai quesiti più comuni che spesso vengono posti.

 

 

Cos’è

La PEC (i.e.  Posta Elettronica Certificata) è uno strumento attraverso il quale cittadini, aziende e la Pubblica Amministrazione possono scambiarsi e-mail il cui valore legale è uguale a quello di una raccomandata con ricevuta di ritorno garantendo, così, l’opponibilità a terzi dell’avvenuta consegna.  E’ utilizzata per richiedere informazioni agli uffici pubblici, per inviare documenti, comunicazioni e garantisce l’identità sia di chi invia che di chi riceve il messaggio.

 

 

Come funziona

Il modo migliore per chiarire il suo funzionamento è con un esempio.   Ipotizziamo di avere due utenti con PEC collegate a due gestori di posta certificata diversi:

  • mittente@emailcertificatapec.it
  • destinatario@gestorepecdiverso.it

il percorso della mail certificata sarà il seguente:

  1. Invio della mail tramite un client qualsiasi o tramite web mail
  2. Il server di posta certificata del mittente emette una ricevuta di invio
  3. Il server del mittente invia la mail al server di posta certificata del destinatario
  4. Il server del destinatario prende in carico la mail del mittente
  5. Il server di posta del destinatario recapita il messaggio alla casella del destinatario ed invia una ricevuta di ritorno al server del mittente riportando data ed ora di quando il messaggio è stato consegnato.

 

 

Differenza tra raccomandata a/r ordinaria e PEC

La PEC permette di sostituire raccomandate A/R, fax, corriere, con in più i seguenti vantaggi:

  • Semplicità ed economicità di trasmissione
  • Semplicità ed economicità di archiviazione
  • Possibilità di invio multiplo a più destinatari
  • Velocità
  • Non è necessaria la presenza del destinatario per completare la consegna
  • Sicurezza
  • Certificazione dell’invio, della consegna, del contenuto della trasmissione e della data e ora.

 

 

Ulteriori chiarimenti

  • Non occorre acquistare dispositivi particolari per usare la PEC.  Un client di posta tradizionale è più che sufficiente per utilizzare la PEC (come per esempio Mozilla Thunderbird o Outlook).
  • La certificazione non attesta la lettura del messaggio da parte del destinatario.  Ad essere certificati sono solo l’invio e la consegna del messaggio nella casella di PEC del destinatario.
  • La PEC è in grado di garantire l’identità della casella mittente in quanto la casella di invio del messaggio è inalterabile.
  • Da una casella di PEC è possibile inviare un messaggio certificato a chiunque abbia una casella di posta elettronica sia essa una casella di posta standard o certificata (PEC).  Nel primo caso (casella standard) il mittente disporrà solo delle attestazioni circa l’invio del messaggio.  Nel caso in cui anche il destinatario sia dotato di una casella di Posta Elettronica Certificata il mittente disporrà delle attestazioni di avvenuta consegna.
  • Il destinatario non può negare l’avvenuta ricezione del messaggio in quanto la ricevuta di avvenuta consegna del messaggio, firmata ed inviata al mittente dal Gestore di PEC del destinatario, riporta la data e l’ora in cui il messaggio è stato consegnato certificandone l’avvenuta consegna.
  • Se si smarrisce una ricevuta occorre rivolgersi al proprio Gestore di PEC il quale, per legge, è obbligato a registrare ed archiviare per trenta mesi tutte le operazioni relative alle trasmissioni effettuate.
  • Un messaggio PEC non può essere alterato nel suo percorso tra il mittente e il destinatario. Il contenuto del messaggio è protetto dallo standard internazionale S/MIME v3.

 

 

Come ottenere una casella di posta certificata

HostingPerTe ti permette di avere una casella di posta elettronica certificata subito.  Puoi scegliere la soluzione PEC 100 se vuoi creare una nuova casella su dominio Hosting Per Te (es. tuonome@emailcertificatapec.it) oppure la soluzione PEC SOTTODOMINIO se vuoi certificare un sottodominio che hai già (es. tuonome@pec.nomedominio.it) oppure infine la PEC DOMINIO se preferisci collegarla a un dominio che già possiedi (es. tuonome@tuodominio.it).

L'articolo PEC. Conosciamola meglio sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »







Hosting Per Te
© 2015 - ARMADA
Partita IVA 00873530943
REA IS-38469
Tel +39 06452216038
Fax +39 0689280222
Il tuo IP: 54.80.58.121
Hosting Per Te Facebook   Hosting Per Te Twitter   Hosting Per Te Blog
ARMADA
Chiedi ad un nostro Operatore