HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?
+39 06452216038
LIVE SUPPORT
Parla con un operatore

Hosting Per Te - HelpDesk

LIVE SUPPORT
Parla con un operatore
 
 Categorie Notizie
(13)Domini (3)dominio (24)Blog (53)Sicurezza (28)Wordpress (1)Cross-Site (1)vulnerabilità (7)wordpress (1)zero day (8)sicurezza (1)sitelock (14)News (1)google (1)indicizzazione (1)mobilegeddon (8)seo (17)Hosting (4)hosting (1)multi (1)reseller (1)rivenditore (1)provider (17)Email (24)Server (3)email (2)imap (1)imapsync (2)migrazione (1)posta (1)affiliazione (2)guadagnare (64)Ecommerce (3)e-commerce (1)ecommerce (3)VPN (1)wi-fi (1)backup (2)server (29)marketing (1)ppc (1)search-engine-optimization (1)seo pay-per-click (1)domini (2)gTLD (1)IP (1)IP-condiviso (1)IP-dedicato (2)cloud (1)virtuale (3)vps (20)Blogging (3)blog (2)blogging (38)CMS (3)cms (1)sito di successo (1)campagne e-mail (1)criptare dati (1)ssl (1)plugin e-commerce (1)newsletter (1)rivenditori (1)server vps smtp (1)SMTP (1)design responsivo (1)responsive design (1)responsive web design (2)hacking (3)malware (1)phishing (1)server upgrade (2)prestashop (2)campagna e-mail (3)e-mail marketing (1)contenuti sito (1)struttura pagina web (1)call-to-action (1)promozione sito (1)ottimizzare sito (1)cookie law (1)psicologia web design (1)vendita siti (1)website flipping (1)titolo (1)alternativa google analytics (2)monitoraggio (1)keyword (1)programmazione (1)facebook marketing (1)colori (2)clienti (1)privacy whois (1)crimini informatici (1)Cyber crime (1)search console di google (1)supporto managed (1)hacker (1)copyright (1)referrer spam (1)Split testing A/B (1)freelance (2)magento (1)Linux (2)Windows (1)upgrade piani hosting (1)Google SpeedTest (1)landing page (1)seo friendly (1)struttura link (1)errori wordpress (2)psicologia dei prezzi (1)metodi di pagamento (1)effetti sonori (2)APP (1)webmaster (1)fatturazione elettronica (1)sito web (1)backup wordpress (1)fan facebook (1)Exchange ActiveSync (1)POP3 (1)firma e-mail (1)web agency (1)ergonomia (1)editor (3)adwords (1)quality score (1)errori ecommerce (13)startup e business (1)errori azienda (1)sql injection (1)monetizzare (1)regole successo (1)nameserver (1)mailing list (1)responsive email (2)pec (2)bootstrap (1)Bing (1)Bing Ads (1)Foundation (3)framework (1)statistiche mobile (1)adwords per mobile (1)about page (1)chi siamo (1)seo vs ppc (1)errori webmaster principianti (20)SEO (1)PDF e SEO (1)ottimizzare pdf (34)strumenti (1)relazionarsi con i clienti (1)FAQ (1)tld srl (1)traffico (1)keywords (1)parole chiave (1)trend estero (3)statistiche (1)K.I.S.S. (1)plugin sicurezza wordpress (2)certificato ssl (1)template (1)black hat (1)Creative Common Zero (1)blog ecommerce (1)Google Smart Goals (1)web design (1)facebook ads (1)SFTP (1)FTP (1).htaccess (1)statistiche e-commerce (1)url brevi (2)cloud computing (1)HDD (1)grafici (1)librerie js (1)antivirus (1)framework css (1)Google Panda (2)Internet of Things (2)ransomware (1)TeslaCrypt (2)tecnologia (1)telelavoro (1)mobile friendly (1)proxy (2)cryptolocker (1)Processore AMD (1)rapporto clusit 2016 (1)truffe online (1)plugin monitoraggio (2)bug linux (1)ranking tools (1)social network (1)deep web (1)tor (1)plugin sottoscrizioni (1)link building (3)plugin wordpress (1)design (1)siti di successo (1)ottimizzare immagini (2)widget (1)sito monopagina (1)VPS Economici (1)trend del marketing (1)realtà aumentata (1)ip dinamico (1)progettazione sito (1)Redirect 301 e 302 (1)notifiche push (1)velocità sito (1)ottimizzazione contenuti (1)guadagnare con un blog (1)costi e-commerce (1)social media (1)frode amichevole (1)e-commerce wordpress (3)drupal (1)joomla (1)travel blog (1)php (1)chargeback (1)e-mail (1)plug-in video wordpress (1)sito sportivo (1)plug-in seo (1)drupal vs magento (1)portfolio (1)plug-in portfolio (1)sottodomini di terzo livello (1)sicurezza e-commerce (1)pubblicità su facebook (1)visualizza numero utenti (1)affiliate marketing (1)cartella nascosta android (1)creare app (2)Infiniband (1)Intel LGA 3647 (1)furto di dati sensibili (1)marketing diretto (1)record DNS (1)ddos (1)Mobile shopping (1)Malware su Skype (1)virus (1)youtube (1)seo immagini (1)web marketing (1)vendita online (1)food blogger (1)Plesk Onyx (1)Bug Fedora ed Ubuntu (1)Micro SSD (1)IoT (1)Chip Kaby Lake (1)primo e-commerce (1)blog di fitness (1)plug-in WordPress (1)SPF e DKIM (1)Cyber sicurezza (1)file robots.txt (1)AMD Naples (1)Vulnerabilità REST API WordPress (1)trasferimento da Blogger a WordPress (1)plug-in WordPress per musicisti (1)Crittazione (1)CPU (1)Legge antibufale (1)Strumenti di marketing (1)CPU AMD (1)nda (1)Let's Encrypt (1)Hosting Linux o Windows (1)progress bar (1)blog di cucina (1)PrestaShop oppure WooCommerce (1)carte di credito
Siamo spiacenti, non hai il permesso di eseguire questa azione.
Feed RSS
Ultimi Aggiornamenti
mar
29

Caratteristiche imprenditoreDiventare imprenditore non è facile.  Creare un’attività imprenditoriale dal nulla richiede passione, competenze, spirito di sacrificio e perseveranza.

Detto ciò, analizziamo insieme i requisiti che un imprenditore dovrebbe possedere.

Alcuni tratti distintivi di un imprenditore non possono essere acquisiti tramite lo studio e la formazione, ma devono essere insiti nella persona.

 

Capacità di recupero

Molti imprenditori, prima di raggiungere il successo, hanno a curriculum una serie di esperienze fallimentari.  Il superamento di un’esperienza imprenditoriale fallimentare è spesso alla base di un processo di formazione fortemente correlato con la capacità dell’imprenditore di rimettersi in piedi e di proseguire, in maniera ancora più determinata, il cammino verso lo status di imprenditore.

 

Passione

Insieme alla capacità di recupero, la passione per il proprio progetto ed il forte desiderio di diventare imprenditori sono condizioni necessarie per avere successo.   Lo spirito di abnegazione necessario a portare avanti la propria azienda non può prescindere da una forte determinazione e passione.

 

Coraggio

La propensione al rischio è un’altra qualità che non può mancare in un imprenditore.  La possibilità di perdere tutto e di dover ricominciare d’accapo necessita di una buona dose di coraggio.

 

Adattabilità

Se c’è un aspetto che accomuna le attività imprenditoriali questo è la mancanza di certezza.  Chi decide di percorre questa strada deve essere consapevole del fatto che spesso si troverà a dover fronteggiare situazioni impreviste e di non semplice risoluzione.  E’ importante, quindi, essere in grado di adattarsi a situazioni impreviste e mai vissute in precedenza.

 

Confidenza

Un imprenditore di successo è un imprenditore che crede in se stesso e nelle proprie capacità.  Nel mondo imprenditoriale non c’è molto spazio per persone timorose ed insicure.

 

Umiltà

Essere convinti delle proprie capacità non significa ritenersi invincibili.  Qualunque siano le proprie capacità è importante essere consapevoli che durante il percorso imprenditoriale occorrerà avvalersi del supporto di  persone con qualifiche e competenze superiori alle proprie.  Un imprenditore di successo riconosce i propri limiti e si avvale della collaborazione di professionisti in grado di colmare le proprie lacune.

 

 

 

Capacità che un imprenditore deve possedere

 

Pianificazione

Un’attività imprenditoriale di successo è il frutto di un’attenta pianificazione.  Non solo è necessario avere un piano di attacco, ma occorre anche essere in grado di eseguirlo e di apportare le giuste correzioni quando la situazione lo richiede.

 

Gestione delle risorse umane

Riuscire a gestire l’attività imprenditoriale da soli non è possibile.  Ad un certo punto del percorso imprenditoriale può diventare necessario avvalersi della collaborazione di determinate figure professionali.  Un manager che si rispetti è in grado di relazionarsi  in maniera corretta ed efficace con i propri collaboratori e di analizzare e gestire le loro capacità ed i loro punti  deboli.

 

Delegare

Non puoi fare tutto da solo.  Devi essere in grado di responsabilizzare e di dare fiducia a collaboratori in grado di gestire alcuni aspetti della tua attività. 

 

Comunicazione

La capacità di comunicare è anch’essa necessaria.  Devi essere in grado di comunicare in maniera efficace con fornitori, dipendenti, clienti e tutti quelli che in qualche modo interagiranno con la tua azienda.  Puoi anche avere idee fantastiche, ma se non sei in grado di trasferire i concetti base che le caratterizzano allora non andrai molto lontano.

L'articolo Hai la stoffa dell’imprenditore? sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »



mar
27

frodi carta di creditoMolti imprenditori commettono l’errore di ritenere il proprio e-commerce troppo piccolo per essere a rischio frode e che i delinquenti preferiscano colpire solo i rivenditori con alti profili.

Sfortunatamente le cose non stanno così.  I criminali del web colpiscono indistintamente operatori online di qualunque dimensione a prescindere dal giro d’affari.  Dati statistici riportano costi ricollegabili a frodi CNP (Card Not Present – Carta non Presente) pari a 1,9 miliardi di dollari con una proiezione di ben 6 miliardi per il 2018

In questo articolo  cercheremo di capire come proteggersi da frodi di questo tipo.

 

 

 

I criminali che pongo in essere questo tipo di frode agiscono in uno dei seguenti modi:

 

1 – test della carta di credito

Il malintenzionato in possesso di una lista di numeri di carta di credito può non disporre del codice di controllo (i.e. CVV) necessario a completare la transazione.  Per riuscire ad identificare il codice ha come unica soluzione quella di effettuare continui tentativi d’acquisto testando di volta in volta codici diversi.  Se il sito non dispone di un meccanismo di protezione che limiti il numero di tentativi in fase di ordine, il criminale, tramite software ad hoc, continua a testare codici diversi fino a quando la transazione non ha esito positivo.

 

2 – Rivendita

Il fine ultimo di chi pone in essere questo tipo di frode è quello di rivendere la merce rubata.  Una volta identificati i codici di sicurezza di una carta di credito, vengono effettuati una serie di acquisti con consegne veloci.  La merce, infatti, deve essere consegnata prima che la frode venga scoperta.

 

3 – Condivisione di informazioni

Una volta identificato un e-commerce privo di meccanismi anti-frode, i criminali condividono questa informazione con altri “colleghi”.  Ciò comporta un aumento esponenziale di frodi in grado di danneggiare pesantemente l’azienda.

 

 

In che modo le frodi CNP danneggiano le attività commerciali?

Tali attività fraudolente possono danneggiare l’attività commerciali in almeno quattro modi:

 

Rimborsi

Il rimborso ha luogo quando il proprietario della carta di credito contesta gli acquisti effettuati.  Tale meccanismo preserva l’integrità del conto corrente di chi ha subito il furto della propria carta.  Va però aggiunto che il 30% delle richieste di rimborso vengono effettuate da clienti disonesti che, nonostante abbiano effettuato un ordine ed ottenuto la merce, richiedono il riaccredito degli importi versati.

Il negoziante, se non riesce a provare che la transazione si è conclusa con la consegna della merce al proprietario della carta, rischia di perdere i soldi accreditati sul suo conto, la merce spedita e di dover sborsare una commissione all’ente gestore della carta di credito per la pratica di rimborso posta in essere.

 

Blocco indiscriminato delle transazioni

Continui attacchi di questo tipo spingono i gestori di e-commerce a bloccare intere categorie di clienti e a rifiutare ordini validi.  Questo eccesso di tutela comporta una ovvia riduzione dei giro d’affari e dei guadagni.  Secondo le statistiche, il blocco delle transazioni erroneamente  ritenute fraudolente comporta perdite pari a 118 miliardi di dollari. 

 

Aumento dei tassi

Le continue richieste di rimborso comportano azioni di tutela da parte delle banche.  Una volta che il numero di rimborsi supera una certa soglia, le commissioni previste per le future transazioni subiscono aumenti importanti.

 

Cancellazione dell’account

Quando il numero di rimborsi diventa eccessivo, la banca può decidere di chiudere il rapporto con il venditore e cancellare il suo account. 

 

 

Come tutelarsi?

Controllare personalmente ogni ordine ed ogni transazione può essere una strada percorribile solo da quei rivenditori il cui numero di ordini no è elevato.

La maggior parte delle attività che opera sul web preferisce, a giusta ragione, rivolgersi ad esperti del settore in grado di offrire un servizio di controllo ben organizzato e strutturato.  Tale gestione deve prevedere:

  • Protezione in tempo reale in grado di gestire eventuali picchi nelle vendite come in genere accade nei periodi pre festivi.
  • Telefonate di controllo subito dopo che l’ordine ha avuto luogo. Ciò per evitare di rifiutare ordini leciti.
  • Gestione degli ordini provenienti dall’estero.
  • La garanzia che eventuali richieste di rimborso non comportino costi aggiuntivi.

L'articolo Frodi con le carte di credito. Come proteggere la propria attività sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »



mar
24

PrestaShop vs WooCommerceUna domanda che spesso viene posta riguarda due delle piattaforme più utilizzate in ambito e-commerce:  E’ meglio WooCommerce o PrestaShop?  

Nel seguente articolo analizzeremo le peculiarità delle due piattaforme elencando similitudini e differenze.

 

 

L’analisi e la comparazione avverrà analizzano le funzionalità native dei due CMS. 

 

Funzionalità

 

Prodotti

  • PrestaShop è in grado di gestire tutta una serie di differenze in merito all’acquisto di articoli usati rispetto ai nuovi.
  • PrestaShop e WooCommerce associano ai prodotti codici univoci, ma solo PrestaShop da la possibilità di utilizzare ulteriori codici come EAN13, JAN, UPC, ecc.
  • Con PrestaShop è possibile mostrare modifiche di prezzo in funzione delle quantità di articoli inseriti nel carrello e di visualizzare le variazioni sulla scheda prodotto.

 

 

Catalogo

  • Entrambe le piattaforme consentono l’importazione nel database dei dati relativi a prodotti, clienti e ordini direttamente da un file CSV. Mentre PrestaShop, però, dispone di un’area dedicata a tale operazione, nel caso di WooCommerce occorre operare manualmente tramite query MySQL.  Un operazione non per tutti.
  • PrestaShop dispone di una sezione completamente dedicata alla gestione di magazzini multipli, collegamenti POS, avvisi sulle giacenze, gestione fiscale, ecc.

 

 

Spedizioni

  • Per chi effettua spedizioni all’estero PrestaShop offre la possibilità di impostare aliquote diverse in funzione del Paese e del Corriere.
  • Con PrestaShop è possibile stabilire qual corriere scegliere quando il peso supera un certo limite. E’ inoltre possibile definire consegne esclusive per determinati gruppi di clienti.
  • PrestaShop può essere collegato al sistema terzo del corriere e consentire il tracking della spedizione inviando, tramite e-mail automatiche, aggiornamenti sulla spedizione in corso.

 

 

Shop

  • PrestaShop, tramite moduli aggiuntivi, può integrare piattaforme per la gestione dei pagamenti diverse da PayPal.
  • PrestaShop consente la creazione di listini diversi in funzione dei clienti (i.e. B2B o B2C).
  • WooCommerce è priva di funzionalità legate alla emissione di fatture, ricevute fiscali e bolle di consegna.
  • PrestaShop integra la gestione di valute diverse, la gestione multilingua e la geolocalizzazione.  Con WooCommerce il supporto lingue avviene tramite plug-in specifici.

 

 

 

Aggiornamenti

Questo è forse l’aspetto più importante dell’intera questione.

WooCommerce è un plug-in di WordPress, un CMS che richiede continui aggiornamenti.  Chi utilizza questo CMS sa bene che gli aggiornamenti devono necessariamente essere compatibili con tutti i plug-in installati.  I plug-in sono in genere sviluppati da terzi e non dalla software house che gestisce WordPress.  Questa separazione può creare incompatibilità e rischi di falle nell’e-commerce in uso.

PrestaShop, d’altro canto, è una piattaforma che non richiede costanti aggiornamenti e molti dei moduli disponibili sono prodotti dalla stessa software House che cura la piattaforma (PrestaShop SA).  Questo si traduce in una migliore stabilità e affidabilità.

 

 

 

Conclusione

Anche se PrestaShop sembra essere una piattaforma più solida e più ricca di funzionalità rispetto a WooCommerce, la scelta dello strumento da utilizzare per il proprio e-commerce deve essere il frutto di una serie di valutazioni legate alle proprie necessità.  Un e-commerce semplice che propone pochi articoli ed il cui scopo è quello di divulgare il brand opterà per WordPress ed il plug-in WooCommerce.  Chi, invece, necessita di una struttura in grado di gestire un e-commerce complesso allora farà bene a prendere in considerazione PrestaShop.

In ambedue i casi HostingPerTe fornisce pacchetti hosting con le due piattaforme già installate e pronte all’uso.

 

L'articolo PrestaShop oppure WooCommerce? sembra essere il primo su Blog Hosting Per Te.


Leggi dell'altro »







Hosting Per Te
© 2015 - ARMADA
Partita IVA 00873530943
REA IS-38469
Tel +39 06452216038
Fax +39 0689280222
Il tuo IP: 184.73.55.221
Hosting Per Te Facebook   Hosting Per Te Twitter   Hosting Per Te Blog
ARMADA
Chiedi ad un nostro Operatore